Estorsione da 2 euro, confermata in Appello la condanna a 5 anni

Al giovane, che ha trascorso già 20 mesi in carcere, sono stati concessi gli arresti domiciliari
estorsione 2 euro

È stata confermata in Corte di Appello la condanna a cinque anni di reclusione per Kelvin Egulbor, nigeriano di 25 anni, con l’accusa di aver minacciato un uomo di tagliargli la cappotta dell’auto se non gli avesse dato 2 euro per parcheggiare nella zona di Fuorigrotta a Napoli. Lo rendono noto il suo difensore, l’avvocato Salvi Antonelli, ed il garante per il garante campano dei detenuti, Samuele Ciambriello.

Al giovane straniero, che ha trascorso già 20 mesi nel carcere di Poggioreale, sono stati concessi gli arresti domiciliari. Una sentenza aspramente commentata sia dall’avvocato Antonelli che dal garante Ciambriello che hanno espresso “amarezza”. A giudizio del legale non è stata presa in considerazione la possibilità di derubricare il reato “in violenza privata, dal momento che Egulbor è stato accusato di essere un parcheggiatore abusivo quando non lo era”.

Ciambriello, invece, si è detto addolorato per la conferma in appello della condanna “per questo giovane nigeriano” ed ha ringraziato l’associazione che gli consentirà di scontare la condanna agli arresti domiciliari. (ANSA)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Entrambi sarebbero in attesa di primo giudizio. A vigilare sui cortili della prigione c'era un solo agente
La strada è stata provvisoriamente chiusa al traffico. Il personale di Anas è sul posto per la gestione della viabilità
Un’opera rock di assoluto valore artistico, storico e culturale, che ci riporta al popolo dei Bretti e al mito di Donna Brettia
Edison Malaj è deceduto schiacciato da una lastra di cemento mentre lavorava nel piazzale delle ex cantine sociali di Frascineto
Al "Ceravolo" una partita equilibrata con brivido finale per i giallorossi, che salgono a 39 punti
L’uomo è stato portato in elisoccorso all’Annunziata di Cosenza. La strada fortunatamente non era trafficata al momento dell’incidente
"Si sta cercando di delocalizzare il poco rimasto nel capoluogo che fino a ora rendeva la stessa realtà, e l'area più centrale della Calabria, attrattivi"
Dirigenti dell’Anas, indagati per presunta corruzione, avrebbero fornito informazioni riservate sulle gare. Tutto ruota intorno alla Inver
È il caso di un uomo di 74 anni. Una Tac alla testa ha rivelato la presenza di un ago per l'agopuntura che stava causando un’emorragia cerebrale
Il Coruc, Comitato regionale universitario di coordinamento della Calabria, ha dato l'ok definitivo
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved