Calabria7

Estorsioni tra Vibo e Rosarno col metodo del “cavallo di ritorno”, tutto da rifare

cavallo di ritorno

Punto e a capo. Tutto da rifare per il processo scaturito dall’operazione denominata “Trailer fee”, relativa a episodi di estorsione con il cosiddetto “cavallo di ritorno” tra Vibo e Rosarno. Il Tribunale collegiale di Vibo, infatti, ha accolto l’eccezione di incompetenza territoriale avanzata dal collegio difensivo degli imputati. La stessa, inoltre, era stata già proposta in udienza preliminare e in quella stessa sede rigettata. La difesa ha posto l’accento sulla competenza del Tribunale di Palmi in quanto la prima dazione di danaro sarebbe avvenuta nel territorio di Rosarno. Il Tribunale ha dunque disposto la restituzione degli atti alla Procura presso il Tribunale di Palmi con conseguente regressione del processo alla fase delle indagini preliminari.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

L’editoriale, Regionali: E se nel centrodestra giocassero a perdere per trarsi d’impaccio?

Danilo Colacino

Coronavirus: servono mascherine e guanti per i medici di base nel Reggino

Andrea Marino

Cortocircuito nella notte, auto finisce contro serranda negozio

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content