Europee, il Pd Calabria vede il bicchiere mezzo pieno: “Siamo il primo partito del Sud”

In una nota l'analisi politica dei Dem: "Ripartiamo da sanità e lavoro contro le vuote politiche di Occhiuto"

“Il Partito Democratico è il partito più votato al sud, gli elettori meridionali hanno bocciato l’autonomia differenziata e si sono opposti ai pericolosi venti di destra che spirano dal nord dell’Europa.” Inizia così la dichiarazione del Partito Democratico della Calabria a commento del voto per le elezioni europee.

“La Calabria – aggiunge una nota del Pd – ha contribuito in maniera importante all’elezione dei nostri prossimi rappresentanti al Parlamento Europeo, a loro auguriamo buon lavoro, pronti al confronto sullo sviluppo del territorio, attraverso le determinanti direttive comunitarie e dei fondi europei. Il loro apporto alla grande famiglia dei socialisti europei, di cui il Partito Democratico italiano vanterà la massima rappresentanza, siamo certi che porterà utili frutti al Mezzogiorno. Oltre che agli elettori, colonna portante della nostra comunità, tutto il Partito Democratico della Calabria ringrazia Jasmine Cristallo e Luigi Tassone per l’abnegazione con cui hanno affrontato questa battaglia elettorale, in prima fila, casa per casa, strada per strada, rafforzando quella rete di ascolto in cui il partito calabrese crede fortemente. Una corsa di lealtà e passione che dimostra – soprattutto alle giovani generazioni che, in queste elezioni, molto hanno creduto nel Partito Democratico- quanto stare dentro la comunità democratica debba essere, innanzitutto, un impegno per il bene comune. Grande merito va ascritto ai nostri due candidati per averne incarnato il principio. Non sfugge, ad una prima e veloce analisi dei flussi elettorali calabresi, che ai territori dove il partito si conferma forza politica radicata e consolidata, si affiancano alcuni territori il cui risultato dimostra che bisogna cambiare e rilanciare un impegno, anche in merito alla capacità di attrarre consenso e condivisione verso un progetto politico complessivo e non personalistico. Sarà necessario, da qui a breve, convocare gli organismi provinciali e regionale per affrontare insieme una analisi del voto in grado di valorizzare le positività e individuare le debolezze su cui lavorare e migliorare. Ricominceremo da subito a spenderci sulle battaglie per una sanità pubblica di qualità, per l’efficienza della rete infrastrutturale, per il salario minimo e contro tutte le riforme costituzionali che la destra vuol usare come chiavistello per scardinare la democrazia e indebolire la Repubblica antifascista”.

“La Calabria – aggiunge una nota del Pd – ha contribuito in maniera importante all’elezione dei nostri prossimi rappresentanti al Parlamento Europeo, a loro auguriamo buon lavoro, pronti al confronto sullo sviluppo del territorio, attraverso le determinanti direttive comunitarie e dei fondi europei. Il loro apporto alla grande famiglia dei socialisti europei, di cui il Partito Democratico italiano vanterà la massima rappresentanza, siamo certi che porterà utili frutti al Mezzogiorno. Oltre che agli elettori, colonna portante della nostra comunità, tutto il Partito Democratico della Calabria ringrazia Jasmine Cristallo e Luigi Tassone per l’abnegazione con cui hanno affrontato questa battaglia elettorale, in prima fila, casa per casa, strada per strada, rafforzando quella rete di ascolto in cui il partito calabrese crede fortemente. Una corsa di lealtà e passione che dimostra – soprattutto alle giovani generazioni che, in queste elezioni, molto hanno creduto nel Partito Democratico- quanto stare dentro la comunità democratica debba essere, innanzitutto, un impegno per il bene comune. Grande merito va ascritto ai nostri due candidati per averne incarnato il principio. Non sfugge, ad una prima e veloce analisi dei flussi elettorali calabresi, che ai territori dove il partito si conferma forza politica radicata e consolidata, si affiancano alcuni territori il cui risultato dimostra che bisogna cambiare e rilanciare un impegno, anche in merito alla capacità di attrarre consenso e condivisione verso un progetto politico complessivo e non personalistico. Sarà necessario, da qui a breve, convocare gli organismi provinciali e regionale per affrontare insieme una analisi del voto in grado di valorizzare le positività e individuare le debolezze su cui lavorare e migliorare. Ricominceremo da subito a spenderci sulle battaglie per una sanità pubblica di qualità, per l’efficienza della rete infrastrutturale, per il salario minimo e contro tutte le riforme costituzionali che la destra vuol usare come chiavistello per scardinare la democrazia e indebolire la Repubblica antifascista”.

“Vogliamo essere un tassello importante nel progetto di costruzione dell’alternativa democratica – conclude la nota del Pd – ad una destra calabrese e italiana sempre più proiettata a garantire i ricchi a discapito dei più fragili. La campagna elettorale, l’ascolto dei territori, ci ha messo davanti all’esigenza di una sempre più ferma opposizione al governo regionale di Occhiuto, con proposte chiare. La Calabria ha bisogno di risposte, Occhiuto non ne sta dando, il dovere del Partito Democratico è di incalzarlo sui temi che i cittadini ci chiedono di affrontare. Ognuno si dovrà sentire impegnato nella costruzione di un Partito Democratico a cui gli elettori calabresi e meridionali hanno chiesto una responsabilità in più, quella della difesa dei diritti e delle libertà costituzionali, a partire dalla dignità dei salari e della qualità delle cure sanitarie”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Confermato l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Francesco Putortì, indagato per omicidio e tentato omicidio
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved