Calabria7

Eventi in Calabria, la denuncia: cerimonie Covid-free diventano Covid-friend

Assoeventi Calabria lancia l’appello agli operatori del settore per una ripartenza responsabile e in piena sicurezza. “Gli operatori del settore eventi e wedding – si legge in una nota diramata da Assoeventi – hanno dimostrato in questi anni di emergenza Covid grande senso di responsabilità sopportando una crisi professionale ed umana di proporzioni inaudite e investendo, raschiando in solitudine il fondo delle proprie risorse, nella tanta attesa ripartenza con adeguamenti strutturali, sanificazioni straordinarie, formazione del personale, potenziamento dell’uso dei dpi e tanto altro ancora. In questi primi giorni di ripartenza sono, però, alcuni nostri iscritti della Calabria a segnalare il ripetersi di episodi spiacevoli con attività poco attente all’osservanza delle normative anti-Covid e al controllo delle certificazioni verdi per ospiti e personale con la conseguenza di eventi che da Covid-free diventano, purtroppo, Covid-friend”.

Comportamenti scorretti

“Comportamenti scorretti e approssimativi, – denuncia Assoeventi – dettati sicuramente dalla necessità di ritornare a produrre sfuggendo alla crisi, rappresentano un boomerang per le stesse strutture disattente costrette, poi, a chiusure forzate e causano danni ingenti, anche, a tanti incolpevoli colleghi che possono vedere i propri eventi, come accaduto in queste ore nella provincia di Reggio Calabria, annullati a causa di incroci tra ospiti e staff (fotografi, musicisti…) di matrimoni diversi risultati positivi dopo l’evento svolto senza i dovuti e necessari controlli. Se questi anni di pandemia ci hanno insegnato qualcosa è che un comportamento scorretto di chi ci sta vicino può compromettere gli effetti dei comportamenti corretti tenuti da altri. Siamo ancora di più legati gli uni agli altri e non dobbiamo perdere di vista l’essere comunità, anche, tra operatori del settore. Per tali motivazioni rivolgiamo, su spinta dei nostri associati, un invito ai colleghi per il pieno rispetto della normativa anti-contagio e sollecitiamo gli organi preposti a una collaborativa e serena azione di controllo e di supporto perché la difficile partenza di oggi possa essere solida e duratura e non diventi il tragico stop forzato del più prossimo domani”.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Sanità, un protocollo di ricerca catanzarese a Chicago

manfredi

Oliverio: prima grana col nuovo commissario Cotticelli?

nico de luca

Esplosione barca con migranti, Salvini: “Solidarietà ai finanzieri, chiudete i porti”

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content