Falso ideologico, assolto Lupacchini: “Contro di me accuse strumentali per allontanarmi da Catanzaro”

"Ho cercato inutilmente di chiarire alla sezione disciplinare indisponibile all'ascolto, probabilmente disturbavo qualcuno o qualcosa
caso lupacchini

”Il procedimento nei miei confronti è stato instaurato in assenza dei requisiti minimi di legge per la qualificazione del fatto come reato”. Lo afferma all’Adnkronos l’ex magistrato Otello Lupacchini, assolto con formula piena, ”perché il fatto non sussiste” nel processo a Salerno sul caso della scorta. Nel procedimento, iniziato nel 2019, l’ex procuratore generale di Catanzaro era accusato di falso per aver indotto in errore nel febbraio 2019 il Comitato interforze riunitosi alla Prefettura di Catanzaro per deliberare sull’esistenza di un superiore livello di esposizione al rischio del magistrato e quindi sull’opportunità di potenziargli la scorta.

“Sede disciplinare sorda, trasferimento strumentale”

“Sede disciplinare sorda, trasferimento strumentale”

”Ritengo, e mi adopererò in tutte le sedi opportune per dimostrare come l’azione penale possa essere stata esercitata in via assolutamente strumentale al mio allontanamento da Catanzaro – sottolinea Lupacchini – dove, esercitando le funzioni di procuratore generale, come ho cercato inutilmente di chiarire ad una sezione disciplinare sorda e indisponibile all’ascolto, probabilmente disturbavo qualcuno o qualcosa. Fui trasferito dal Csm in meno di 24 ore, dopo che mi era arrivata una lettera anonima in cui mi si informava che si stava preparando una bella trappola nei miei confronti. Ma di tutto questo torneremo a parlare perché finora si è semplicemente archiviata la mia denuncia alla Procura di Roma”, aggiunge l’ex magistrato.

La decisione che disturberà qualcuno

”Nel processo sono stati sentiti tutti i testi dell’accusa, ma il rappresentante del pubblico ministero fino all’ultimo ha cercato di procrastinare la decisione, pretendendo di farlo nel mio interesse ma di fatto lasciandomi sulla graticola. Non posso che ringraziare il mio difensore, l’avvocato Ivano Lai, che mi ha sostenuto con competenza, professionalità e con grande senso dell’amicizia (LEGGI). Non posso che complimentarmi con il giudice – conclude Lupacchini – per l’indipendenza dimostrata nell’assumere una decisione dal punto di vista giuridico agevole, ma che sicuramente disturberà molto qualcuno”. 

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Interrogatorio di garanzia davanti al gip di Vibo. Ha risposto a tutte le domande l’ex direttrice amministrativa Valentina Amaddeo. Prodotta una memoria difensiva
L'ordinanza sulla sicurezza dei bagnanti comprende i Comuni da Simeri Crichi a Monasterace fino alla foce del torrente Assi
Ne dà notizia in una nota l'ateneo, spiegando che le circostanze della morte dell'avvocato e giurista "sono in corso di accertamento"
Del caso si sta occupando la Squadra Mobile. Sul luogo dell'agguato la polizia scientifica ha recuperato ben 5 bossoli
Sul posto oltre 15 unità dei vigili del fuoco che hanno lavorato per oltre un'ora nello spegnimento delle fiamme. Al via le operazioni per risalire alle cause del rogo
Sarà attivo il servizio sostitutivo via bus ma non si escludono disagi dal momento che l'intervento avviene nel periodo estivo
Avrebbero causato danni per circa mezzo milione di euro tra furto di energia elettrica e danneggiamenti ai contatori Enel
Secondo le ipotesi accusatorie avrebbero falsamente dichiarato un reddito inferiore rispetto alal soglia minima richiesta per legge
garbino
Ci sono anche due avvocati coinvolti nell'inchiesta della Dda di Catanzaro, nome in codice Garbino
Le armi vendute alle più importanti cosche calabresi, dai Giampà di Lamezia, agli Arena di Isola, ai Mancuso di Limbadi
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved