Famiglia colpita da un fulmine a Soverato, il vicino d’ombrellone: “Così ho rianimato il bimbo”

A soccorrere nell'immediatezza la famiglia colpita da un fulmine è stato il vicino di ombrellone, un turista di Milano, che è rimasto da solo in spiaggia per rianimare l'uomo e il bimbo

di Maria Teresa Improta – Erano pronti per andare via dalla spiaggia, quando un fulmine li ha centrati in pieno. Protagonista di una tragica disavventura è una famiglia di turisti bergamasca composta da padre, madre, nonna, bimbo e labrador in vacanza a Soverato, in provincia di Catanzaro. A soccorrerli nell’immediatezza è stato il loro vicino di ombrellone, Giuseppe Carello di Milano, che villeggia dai parenti a Cardinale. “In spiaggia – racconta ai microfoni di Calabria7 – eravamo in quel momento solo tre famiglie e stavamo per rientrare perchè il cielo era nuvoloso e si avvicinava un temporale. Dopo il fortissimo boato di un tuono, un lampo all’improvviso ha colpito la famiglia che era già in piedi per tornare a casa. Tutti e quattro sono caduti a terra, il cane è scappato. Sono corso verso di loro e le due signore gridavano continuando a dire che non ‘sentivano’ le gambe”.

Turista di Milano soccorre la famiglia colpita da un fulmine

Turista di Milano soccorre la famiglia colpita da un fulmine

“Il bimbo di sei anni e il papà 32enne – spiega Giuseppe – avevano perso i sensi. Il piccolo sembrava non avesse battito, gli ho praticato un massaggio cardiaco (sono responsabile di primo soccorso dell’azienda nella quale lavoro) e nel giro di pochi secondi è ritornato ad essere cosciente. L’uomo era in stato comatoso, ha aperto gli occhi mentre tentavo di rianimarlo, ma non era lucido. Nel frattempo è iniziata una violenta grandinata, ho dovuto interrompere il massaggio cardiaco e ho messo (lo so che non va fatto) un ombrellone per coprirgli il viso, ma è stato sbalzato da una sorta di tromba d’aria a circa cento metri d’altezza. Le signore si sono allontanate strisciando in spiaggia perché non riuscivano ad alzarsi e deambulare, credo che la scossa le abbia temporaneamente paralizzate. I miei genitori, due ottantenni, erano pietrificati preoccupati nel vedermi da solo a soccorrere l’uomo”.

L’arrivo dell’ambulanza

“Ho chiamato il 118 per chiedere aiuto e indicazioni, mi è stato risposto che sarebbero arrivati a stretto giro. I bagnini del lido di fianco alla spiaggia libera dove noi eravamo – chiarisce il turista milanese – stavano all’interno della struttura balneare invitando la gente a non spostarsi perché era effettivamente molto pericoloso. Dopo circa 20 minuti sono arrivate due ambulanze e i sanitari per raggiungerci hanno percorso più o meno 60 metri sotto la grandine, la pioggia e il vento: non è stato facile. In più la rianimazione con l’elettrostimolatore sotto l’acqua battente è impegnativa, perché si tratta di scariche elettriche irradiate sul bagnato, quasi impossibile da praticare. Era una condizione estrema e nel mio piccolo ho cercato di fare del mio meglio”. Al momento Federico, il padre di famiglia, è in coma farmacologico, ricoverato nel reparto di Terapia Intensiva dell’Ospedale Pugliese – Ciaccio di Catanzaro. Il figlio, la suocera e la moglie stanno bene anche se vivono ore di particolare apprensione.

LEGGI ANCHE|  Famiglia di turisti lombardi colpita da un fulmine a Soverato, padre in coma

LEGGI ANCHE | Giovane colpito da fulmine a Soverato, gli ultimi aggiornamenti sulle sue condizioni

LEGGI ANCHE | Paura in provincia di Catanzaro, uomo colpito da un fulmine: è grave

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il progetto si inserisce all’interno della politica per la riduzione dell’impatto ambientale sulle attività portuali
La vettura condotta dalla vittima è stata trascinata dallo smottamento, provocato dalle forti piogge abbattutesi nella zona
Un’indagine del New York Times rivela che le foto pubblicate ricompaiono su gruppi Telegram dove uomini condividono le loro fantasie sessuali
Indagato dalla Procura della Repubblica di Napoli, l’ex dirigente dem è coinvolto nell’inchiesta sulla riqualificazione al Rione Terra
I poliziotti sono stati al Liceo delle Scienze Umane “G.V. Gravina”, dove hanno affrontato il tema della violenza di genere
Il presidente campano ha ricevuto il procuratore di Napoli: “Piena collaborazione nell’interesse di tutto il Mezzogiorno”
Il collaboratore di giustizia alla Dda di Catanzaro: "L'avvocato mi ha regalato 2mila euro per l'impegno profuso"
La deputata del Pd ha fatto notare, inoltre, l’assenza di rappresentanti del governo durante le celebrazione dell’anniversario della tragedia
La Corte d’assise di appello di Catanzaro ha rideterminato due pene e confermato la condanna al presunto capo-cosca Agostino Marrazzo
“Le deroghe vigenti sono insufficienti ed occorrono modifiche sostanziali, in linea con le istanze che provengono dagli agricoltori"
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved