Famiglia da record a Treviso: nato il tredicesimo figlio

Festa grande all'ospedale di Oderzo, in provincia di Treviso dove Oana Bizu è diventata di nuovo mamma
mamma si addormenta

Una vera famiglia da record, quella di Oana e Onisim, coppia originaria della Romania che, lo scorso anno ha ottenuto la cittadinanza dopo 21 anni in Italia. Giovedì hanno dato il benvenuto al piccolo Isaia, l’ultimo nato

Tredici figli

Tredici figli

Isaia pesa 3 kg ed è nato con parto naturale giovedì pomeriggio nello stesso ospedale in cui sono nati i suoi 12 fratelli. Tutti insieme hanno dato il benvenuto al nuovo arrivato nella family room dell’ospedale, uno spazio pensato per offrire momenti di intimità alle famiglie nelle ore successive al parto. Felicissimi mamma Oana e papà Onisim e tutto il paese di Mansuè dove la famiglia abita, soprattutto in un momento di profonda crisi demografica, la peggiore degli ultimi 160 anni nel nostro Paese. “Mi ritengo molto fortunata – racconta mamma Oana intervistata dal Corriere della Sera – La mia è una famiglia molto numerosa ma non mi sento affaticata. Le mie giornate sono sempre ricche di gioia e sorrisi. Mio marito mi sostiene e i bambini si aiutano gli uni con gli altri. Siamo tutti entusiasti dell’arrivo di Isaia nelle nostre vite”. 

In Italia da 21 anni

 La coppia si è trasferita dalla Romania 21 anni fa e nel 2007 ha dato alla luce il primo figlio. Onisim ha lasciato, per il momento, il lavoro da geometra per occuparsi a tempo pieno della sua numerosa famiglia e guida un furgoncino a bordo del quale accompagna i figli a scuola, a fare sport o altre attività. “Ci sono sicuramente molti sacrifici da fare-confida Onisim, di fede evangelica come sua moglie  -Ma abbiamo dalla nostra parte la Provvidenza: la mano di Dio si è posata su di noi.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Fortunatamente ha avuto il tempo e la concentrazione per rallentare
L'indagine: è come se le lavoratrici italiane iniziassero a percepire uno stipendio a partire da febbraio, pur lavorando regolarmente dal 1° gennaio
Le organizzazioni sindacali hanno rimarcato l’"imperante necessità di porvi rimedio già nelle prossime occasioni parlamentari"
I carabinieri stanno indagando per capire dove e come la piccola abbia assunto cannabis
I conducenti sono stati anche denunciati per guida in stato di alterazione causata dall'assunzione di stupefacenti
Lo rendono noto le Ferrovie della Calabria. Il manto nevoso intriso di pioggia potrebbe compromettere l’incolumità dei fruitori
È stato il padre a confermare la causa del decesso: "Notiamo, con amarezza, che questi casi di morte per malore improvviso sono divenuti molto frequenti"
Sul tratto interessato si sono registrati rallentamenti. Intervenute le forze dell'ordine e il soccorso stradale
In questo modo, gli studenti potranno votare nel comune in cui sono provvisoriamente domiciliati
Tre presidi nelle province di Reggio, Crosia e Torre Melissa per richiamare l'attenzione sulla sicurezza su quella che viene definita la "strada della morte"
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved