Fannulloni d’oro, Abramo chiarisce a chi si riferiva

Dopo l’ultimo dibattito in Consiglio comunale ritengo doveroso intervenire per chiarire, una volta per tutte, alcune mie affermazioni travisate, strumentalmente, dall’opposizione”.

Così il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, interviene per chiarire il senso delle sue affermazioni nel corso dell’ultimo dibattito in consiglio comunale.

Così il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, interviene per chiarire il senso delle sue affermazioni nel corso dell’ultimo dibattito in consiglio comunale.

“Quando ho attaccato l’assenza dei parlamentari catanzaresi, o di quanti sono stati eletti nel collegio di Catanzaro, non mi riferivo di certo al contributo, sempre costante, sempre fondamentale, di una deputata come Wanda Ferro, il cui impegno per la sua città, come ha dimostrato in tantissime occasioni e, in ultimo, con la vicenda della direzione interregionale dell’Agenzia delle dogane, è sotto gli occhi di tutti.

Non si può dire lo stesso degli eletti fra i Cinquestelle: avrebbero tutta la forza, essendo al governo, per battere i pugni e tutelare la città, ma non l’hanno mai fatto.

Altra sottolineatura che ritengo importante riguarda uno degli argomenti essenziali trattati in aula: quello dell’integrazione fra le due aziende ospedaliere del capoluogo.

Ricordo, infatti, che la bozza di legge regionale sull’istituzione di un’azienda unica a Catanzaro è stata elaborata dai consiglieri regionali espressione della città, da Tallini ed Esposito a Parente – che  sono sempre stati un supporto concreto per Catanzaro anche su tanti altri temi – passando per Bova,  Scalzo e Ciconte, fino ad arrivare al presidente della commissione Mirabello: sulla vicenda si sono espressi in termini chiari, al di là degli schieramenti, fin dall’inizio.

Il loro impegno non è mai venuto meno. E l’hanno dimostrato non solo con la proposta di legge al vaglio della commissione, ma intervenendo in maniera attiva nelle tante riunioni convocate negli uffici del commissario per l’attuazione del piano di rientro nella sanità.

Non c’è bisogno di aggiungere altro se non che spero che in questa settimana la terza commissione del Consiglio regionale, dopo l’audizione del commissario Cotticelli, vari il testo di legge permettendo al Consiglio regionale di votare una pratica che è centrale per il potenziamento del comparto sanitario di Catanzaro e dell’intera Calabria. E che non può tardare oltre: non c’è più tempo da perdere”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved