Calabria7

Far west nel Vibonese, altro arbitro aggredito e mandato in ospedale

aggressione arbitro

Ancora violenze nei confronti di un arbitro in Calabria. Un giovane direttore di gara, infatti, è finito in ospedale dopo aver subito un pugno in testa dai giocatori dell’Ags Soriano. L’episodio si è verificato durante la partita con il Capo Vaticano, valida per il campionato Under 19. Il direttore di gara non è riuscito a riconoscere l’aggressore e, in seguito all’accaduto, ha sospeso la gara. Stando a quanto siamo riusciti ad apprendere, si tratterebbe dello stesso direttore di gara che ha diretto la partita di andata, e anche in quella occasione ci furono problemi. In passato, sempre nel Vibonese, si sono verificati altri episodi simili.

Il Soriano ritira la squadra dal campionato

Non si è fatta attendere la presa di posizione del Soriano che, dopo aver evidenziato “l’inadeguatezza” dell’arbitraggio, ha condannato l’accaduto, che “non rientra certo – precisa la società – tra i comportamenti contemplati e ammessi dal nostro Statuto, e per questo chiediamo scusa all’arbitro. Però, per dovere di cronaca, teniamo a precisare come, a parte i grossolani errori durante tutto il campionato Under 19 fin qui svolto, siamo stati spesso vittime di ingiustizie, soprusi, torti arbitrali a ripetizione e atteggiamenti poco amichevoli per i quali, forse, erroneamente abbiamo taciuto e che hanno concorso probabilmente ad alimentare la tensione che ha portato alla reazione non giustificata dei nostri calciatori”. Dopo quanto accaduto, l’Ags Soriano ha comunicato la decisione di ritirare la squadra dal campionato.

© Riproduzione riservata.
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content