Calabria7

Farmabusiness, nuovi guai per il catanzarese Aprile: in carcere per estorsione

Si aggrava la posizione di Tommaso Patrizio Aprile, 55 anni, residente a Catanzaro, raggiunto da una misura cautelare agli arresti domiciliari nell’inchiesta della Dda di Catanzaro Farmabusiness, per violenza o minaccia a un pubblico ufficiale aggravata dalle modalità mafiose. L’uomo è finito dietro le sbarre, questa volta per usura ed estorsione in seguito alla sentenza di appello di condanna a 6 anni e sei mesi di reclusione diventata definitiva con pronuncia della Corte di Cassazione, che ha dichiarato il ricorso della difesa inammissibile. Usura ed estorsione avvenute nel 2012 ai danni di imprenditori di Catanzaro Lido.

Tassi di interesse da copogiro

Avrebbe prestato denaro a commercianti e professionisti in difficoltà economiche, pretendendo tassi di interesse fino al 200 per cento annui. E per chi non ottemperava ai pagamenti sarebbero scattate anche le denunce di morte. Il giro di usura ed estorsione è stato scoperto dai carabinieri della stazione di Catanzaro Lido, che all’epoca dei fatti, aveva arrestato l’uomo su ordinanza del gip del tribunale del capoluogo calabrese, poi tornato in libertà. Le indagini dei militari dell’Arma erano scattate in seguito alle denunce di alcuni cittadini, che hanno individuato il giro d’affari illecito gestito da Aprile. E’ stato possibile appurare che, con almeno quattro vittime, Aprile avrebbe prestato il denaro approfittando dello stato di bisogno e della difficoltà di imprenditori e commercianti per avere accesso al credito bancario. Una vicenda che lo ha portato sul banco degli imputati, con una sentenza passata in giudicato, in virtù della quale Aprile è stato portato nella casa circondariale di Siano, con un’ordine di carcerazione notificatogli dai carabinieri. (g. p.)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

“A microfono aperto…”, Polimeni travolge la Politica locale come uno tsunami

Maurizio Santoro

Regione, Guccione: “Stazione appaltante senza personale”

Matteo Brancati

Coronavirus, a Catanzaro via ai lavori di adeguamento delle scuole superiori

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content