Favorivano l’immigrazione clandestina, 24 arresti e 90 indagati

Roccabernarda

Sono 24 le persone arrestate stamattina dalla Polizia di Stato nell’ambito di una vasta operazione denominata “Ikaros” che ha scoperto l’esistenza di due associazioni che favorivano, attraverso una serie di attività illecite, la permanenza di extracomunitari nel territorio italiano. Le accuse contestate a vario titolo agli arrestati (15 in carcere e 9 ai domiciliari) sono quelle di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, falsità ideologica, traffico di influenze illecite, corruzione. Gli indagati sono complessivamente 90. Tra le persone coinvolte cinque avvocati del foro di Crotone, due agenti di polizia in servizio nell’ ufficio immigrazione della Questura di Crotone, un agente della polizia locale, un dipendente della Prefettura di Crotone in servizio nella commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale.

Residenze fittizie e false assunzioni

Residenze fittizie e false assunzioni

I due sodalizi, con ramificazioni in Italia e all’estero, si premuravano di predisporre documentazione con la quale si attestavano residenze fittizie e false assunzioni nei confronti di stranieri richiedenti asilo, per lo più curdo-iracheni, che avevano interesse ad ottenere protezione internazionale non perché ce ne fosse reale necessità, ma per ottenere un permesso di soggiorno che garantisse loro piena libertà di movimento in Italia e Europa. Per raggiungere l’obiettivo i richiedenti asilo erano disposti a pagare somme di denaro.

Promotori delle due associazioni erano stranieri residenti nel Crotonese, in contatto con connazionali stanziati per lo più in Iraq, che fungevano da intermediari con gli avvocati compiacenti cui spettava il compito di predisporre la falsa documentazione e attestazioni sulla falsa presenza in Italia dei richiedenti asilo per conto dei quali presentavano le richieste di protezione internazionale soprattutto alle questure di Crotone e Catanzaro. A quel punto il richiedente asilo giungeva dall’Iraq in aereo con regolare visto turistico e una volta ottenuto il permesso di soggiorno tornava in quel paese dal quale asseriva di voler essere protetto. I complici italiani si sarebbero prestati a fronte di somme di denaro e regalie.

LEGGI ANCHE | Favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, arrestati anche poliziotti e avvocati

LEGGI ANCHE | Favorivano l’immigrazione clandestina con la complicità di avvocati e poliziotti (NOMI-VIDEO)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Secondo le prime notizie, solo lievi ferite e un grosso spavento per i passeggeri della vettura in transito
I militari hanno deferito due uomini di 55 e 66 anni. Un'altra persona - sottoposta ai domiciliari - è stata invece segnalata a causa delle numerose violazioni alle prescrizioni imposte
l'inviato
Il riscatto di un territorio passa dall’avere case decorose, spazi per il tempo libero e condizioni igieniche accettabili. Nel rione Vaccaro tutto ciò manca
Il sondaggio: "Il 44% si sente inadeguato e insicuro". Studio di Unisona Live-Unicef
Durante l’operazione, i militari hanno individuato una cavità ricavata all’interno di un muro dell’abitazione, nella quale erano occultate diverse sostanze stupefacenti
Il primo cittadino: “Mi sembra evidente che la donna non abbia mai voluto integrarsi”
Le indagini sono partite dopo la denuncia della dirigente della scuola frequentata dal piccolo
Fortunatamente non ci sono state vittime o feriti gravi. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine
Un’auto van ha impattato sulla fiancata di una Hyundai. Sul posto i carabinieri, i vigili del fuoco e i sanitari del 118
L’ex calciatore se ne va all’età di 63 anni a causa di un arresto cardiaco. Da piccolo si innamorò del calcio grazie al padre Bernd, ex calciatore dilettante
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved