Festa privata al Marca: “Vogliamo spiegazioni”

“Abbiamo provato a spulciare sull’albo pretorio della Provincia di Catanzaro per capire se ci fosse un documento che approvava la modifica delle regole per l’utilizzo delle sale del Museo Marca”.

Lo scrive in una nota il consigliere comunale di Fare per Catanzaro, Cristina Rotundo.

Lo scrive in una nota il consigliere comunale di Fare per Catanzaro, Cristina Rotundo.

“Niente di tutto ciò: se c’è e non lo abbiamo visto chiediamo di renderci edotti e facciamo ammenda – prosegue. Ma se questa modifica non esiste allora perché ci troviamo costretti a dover tornare su un argomento già affrontato anni fa, con successive scuse dell’allora presidente della Provincia Enzo Bruno e dell’allora come oggi presidente della Fondazione che gestisce il Marca, Rocco Guglielmo?

Perché ancora una volta le sale di un luogo che nasce come contenitore culturale ed espositivo vengono utilizzate per ricevimenti e banchetti privati?

La nostra posizione non è cambiata. Se questo è l’intendimento, e cioè dare in locazione (dietro regolare pagamento di un canone) sale pubbliche per lo svolgimento di feste private, lo si faccia pure, ma a patto che tutte e ribadiamo tutte le regole siano rispettate.

Se qualcuno ci dimostrerà che ad oggi questo è possibile in punta di diritto e di norme, noi ne prenderemo atto dopo ovviamente aver valutato cosa dicono le carte.

Ma se ora come allora dal punto di vista della regolamentazione c’è il vuoto, allora non ci resta che dire che errare è umano ma perseverare è diabolico e siccome questa città di diavolerie ne ha viste già abbastanza, chiediamo immediate e motivate spiegazioni rispetto a quanto accaduto ieri sera al Marca, in assenza di queste crediamo eticamente corretto che la Fondazione Gugliemo non gestisca più un immobile pubblico e che Sergio Abramo, da Presidente della Provincia, prenda atto che non è con l’arroganza che si governa, e quindi lasci una postazione che non è in grado di onorare”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Reiterati gli episodi di violenze fisiche e verbali denunciate dalla vittima dentro e fuori scuola, che lo avevano portato anche a non frequentare più le lezioni
Scoppia il caso (anche politico), tra i soci del sodalizio che ha ottenuto la concessione c'è il presidente del Consiglio comunale. Tatarelli: "Si valuti revoca"
Le tre scosse di terremoto sono state registrate dall'Ingv nell'arco temporale di circa 7 ore. La prima alle 23.30, l'ultima alle 6.52
La donna, casalinga di 45 anni, lo scorso gennaio, dopo anni di soprusi e violenze, aveva trovato la forza di denunciare il marito
Una massa d'aria gelida, attualmente localizzata tra la Penisola Scandinava e la Russia, potrebbe far tornare l'inverno vero
La donna era ferma al volante quando il ladro, col volto coperto dal casco, le si è avvicinato: sottratti due bracciali e un orologio
Inutili i soccorsi tempestivi dei sanitari del 118, prontamente chiamati dal marito Italo. L'anziana è morta sul posto
La storia dell'avvocato, assassinato nel 2002 lungo la strada che collega Lamezia con Maida, ricostruita attraverso l'elaborato di un alunno
L'Intervista
Dopo il rinnovo del consiglio provinciale, parla il presidente: "Il malaffare resterà fuori dagli uffici. Lavoreremo nella maniera più trasparente possibile"
Il cittadino non era stato informato in alcun modo che i buoni fruttiferi avevano una scadenza di 18 mesi
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved