Calabria7

“FI solo su Occhiuto” , é la secca risposta alla Lega

Le elezioni regionali 2020 saranno ricordate per l’alta tensione.

In realtà quanto sta accadendo in Calabria pare decisamente l’espressione di una follia generale che sta stordendo i calabresi.

Nel centrosinistra c’è qualcuno di troppo, nel Movimento 5 Stelle ancora non si è “piattaformizzato” il candidato individuato e nel centrodestra si litiga sul nome da scegliere. Perché la Lega di Matteo Salvini non vuole Mario Occhiuto, scelta storica di Forza Italia ed ai berlusconiani i salviniani hanno chiesto in queste ore un nome da candidare, specificando che FI in Calabria ha tanti buoni amministratori da presentare, che non abbiano portato in dissesto la loro città.

È il riferimento ad Occhiuto non è poi così velato. Arriva piccata la risposta di Forza Italia, attraverso Jole Santelli, che ha ribadito “come si sia indicato all’unanimità il candidato presidente per le regionali della Calabria: che si chiama Mario Occhiuto”. La deputata e coordinatrice regionale comunica alla Lega che passi indietro sul sindaco di Cosenza non se ne fanno. “É un nome di prestigio e confidiamo che la Lega possa convergere”, dice la Santelli. Ma la Lega, come dimostrato sino ad oggi, Occhiuto non lo vuole proprio. Ed allora non rimane che aspettare. Al 26 gennaio mancano 55 giorni giorni, dunque, entro massimo una settimana tutto dovrà essere più chiaro. Altrimenti, quelle del 2020, diventeranno elezioni regionali più uniche che rare. (a.m.)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

L’editoriale: Futuro sindaco Catanzaro, Cardamone-Polimeni in lizza da una parte ma il nuovo duello è Cristallo-Fiorita dall’altra

Danilo Colacino

Trasporto ferroviario regionale, incontro in Cittadella

manfredi

“Mascaro difenda ospedale di Lamezia da inclusione con Catanzaro”

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content