Calabria7

Fiat Club 500 Italia, cordoglio a Lamezia per la scomparsa di Pascuzzi

Il Fiat Club 500 Italia-Coordinamento di Lamezia Terme esprime il suo cordoglio per la scomparsa di Antonio Pascuzzi, socio fondatore e Presidente emerito.

Una passione per le Fiat 500 che Antonio ha sempre coniugato al profondo amore per la vita, di cui ne ha esaltato ogni piccolo momento.

Simpatico ed estroverso, Antonio è sempre stato un esempio per tutto il club riuscendo a trasformare ogni piccola difficoltà in straordinaria occasione di allegria e condivisione. Ha sempre vissuto il club, di cui fu una delle tre menti fondatrici, come l’occasione di socialità e suggello di fratellanza fra amici e famiglie.

Presente ad ogni manifestazione, ha testimoniato l’importanza di coniugare una passione come quella per il mondo Fiat 500 alla solidarietà. Era infatti membro di un’associazione di volontari, impegnandosi ad accendere il sorriso di tanti malati.

La sua 500 aveva un rombo particolare perché camminava con il sottofondo della sua risata, contagiosa e rassicurante. Perfetto modello di socio cinquecentista, il presidentissimo come lo chiamavano gli amici, trasformava ogni km in 500 in una felice navigazione on the road.

Gli adorati nipoti erano il suo tallone d’Achille, ed orgoglioso nonno, ne custodiva l’amore nella riservatezza del suo sguardo.

A salutarlo sono accorsi, con le auto d’epoca 500, i soci di Serrastretta, Catanzaro, Palmi, Gioia Tauro, Taurianova, Cosenza, Reggio Calabria e Rossano.

Ci mancherà terribilmente – ha dichiarato Agostino Strangis, responsabile del coordinamento di Lamezia – ma siamo sicuri che la sua presenza risuonerà ogni qual volta, con il sorriso sulle labbra, metteremo in moto le sue amate Fiat 500. Per lui continueremo l’avventura della piccola 4 ruote, cercando di diffondere quel suo adrenalinico entusiasmo.

Redazione Calabria7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Una Lady Chef calabrese trionfa in Umbria

Matteo Brancati

La Santa Messa della Domenica delle Palme (VIDEO)

manfredi

Comune Crotone: in archivio 1.800 documenti restaurati e digitalizzati

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content