Calabria7

Flai-Cgil: “Ulteriore colpo al settore della pesca”

pesca cgil

“Con l’ultimo decreto pubblicato nei giorni scorsi, il ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha sancito un ulteriore colpo al settore della pesca a strascico come se, già di per se la crisi derivante dalla pandemia, non fosse abbastanza per l’intero comparto”. È quanto afferma la Flai-Cgil Calabria. “L’aumento, infatti, del blocco delle giornate che passa dai 30 giorni di fermo pesca biologico ad ulteriori periodi di stop da 15 a 30 giorni per barche inferiori ai 24 metri e da 20 a 40 giorni per quelle di lunghezza superiore – continua la nota – non può che avere delle ripercussioni disastrose sulle aziende e di conseguenza sul mantenimento della forza occupazionale di pescatori e di tutto l’indotto.

È pertanto ovvio il nostro dissenso che portiamo all’attenzione della Regione Calabria affinché si faccia portavoce con il governo nazionale di rivedere, alla luce della consultazione con le partite sociali interessate, un decreto che non trova giustificazioni nella sua formulazione. Come organizzazione sindacale – continua nella nota – saremo come sempre vicini alle rivendicazioni dei lavoratori del settore assumendo tutte le iniziative necessarie per scongiurare ogni ulteriore danneggiamento delle loro attività”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Comune Catanzaro, online avviso selezione dirigente amministrativo

Mirko

Gruppo AQR, a Roma premiata la Nextcall di Catanzaro Lido

manfredi

I lavoratori della sanità calabrese scendono in piazza (SERVIZIO TV)

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content