Calabria7

Futsal, un Catanzaro bello a metà cede nella ripresa contro il Molfetta

Buona la prova del Catanzaro Futsal di mister Praticò che ha ben figurato in casa del forte Molfetta: il vantaggio di Spagnolo illude ma dura pochi secondi, il primo tempo finisce sul risultato di 1 ad 1. Nella ripresa il roster pugliese approfitta del calo fisico dei giallorossi e affonda i colpi con lo scatenato spagnolo Koseky. Termina 4 a 1 per i pugliesi, giallorossi ancora a zero punti in questo impegnativo campionato di A2.

Il quintetto iniziale schierato da mister Praticò è formato da Rotella, Ecelestini, Spagnolo, Ruiz e Vinicinho. La partita inizia sottotono con pochissime occasioni per entrambe le formazioni: di fatto la prima nasce da una disattenzione in difesa del capitano giallorosso Calabrese che si farà tuttavia perdonare subito dopo: sugli sviluppi di un angolo riceve da Vinicinho e pesca sul secondo palo bomber Spagnolo che porta in vantaggio i suoi. Siamo all’undicesimo minuto, neanche il tempo di esultare che dopo soli 18 secondi il Molfetta trova il pareggio con un tiro da fuori area dello spagnolo Koseky, bravo quanto fortunato nel trovare trovare due deviazioni che mettono fuori causa il portiere Rotella. La partita si accende e sale di toni, Catanzaro che ha subito due limpide occasioni, prima con Spagnolo e dopo con Calabrese, mentre dall’altra parte Rotella compie due super parate, una all’incrocio dei pali e l’altra a quattro secondi dalla fine del primo tempo salvando la propria porta dalla bordata di Murolo destinata all’angolo basso. Primo tempo che termina 1-1.

Subito in salita la ripresa per il Catanzaro che dopo tre minuti si ritrova sotto di un golo grazie ad uno scatenato Koseky, che sorprende il portiere giallorosso sul proprio palo. Ancora lo spagnolo subito dopo impegna Rotella, mentre il roster giallorosso si riaffacciano in avanti con Ecelestini che tira a botta sicura ma viene intercettato dal petto del difensore molfettese.  La partita continua con poche occasioni da entrambe le parti e il Molfetta ne approfitta per trovare il terzo gol dopo un tiro deviato che diventa assist per Di Benedetto che non ci pensa due volte a girare in rete. Mister Praticò cerca la mossa per provare ad accorciare le distanze e gioca col quinto in campo, Spagnolo portiere di movimento, ma lo stesso verrà espulso poco dopo per aver affrettato l’entrata in campo lasciando in inferiorità numerica il Catanzaro per due minuti. I giallorossi resistono bene ma dopo aver ristabilito la parità numerica in campo, Lopopolo sfrutta l’assenza del portiere ospite e dalla propria area sigla il definitivo 4 a 1.

Un Catanzaro, dunque, che tiene bene il primo tempo, mentre nella ripresa l’impressione che con il calo fisico non abbia retto l’urto del roster pugliese finendo col subire un passivo ingeneroso per l’impegno messo in campo dai ragazzi di mister Praticò.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Catanzaro, Ventura risponde ad Abramo su ‘Le Fontane’ e stazione ferroviaria Sala

Matteo Brancati

Premio Sportivo Salvatore La Gamba, successo per seconda edizione

Matteo Brancati

Trasversale delle Serre al vaglio della Corte dei conti. Si ipotizza un danno milionario

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content