Giornata contro i disturbi alimentari, Bosco: “Sensibilizzazione necessaria per conoscere un problema diffuso ma trascurato”

Il presidente del Consiglio comunale di Catanzaro: "Il tema è sentito e ha bisogno di essere affrontato"
disturbi alimentari

Catanzaro si prepara a scendere in campo contro i disturbi alimentari (DCA) in occasione della Giornata nazionale del prossimo 15 marzo. L’appuntamento è a partire dalle 17.30, presso la statua del Cavatore che, per l’occasione, sarà illuminato di lilla. “L’adesione dell’amministrazione comunale alla campagna nazionale promossa da Anci e Never Give Up – come annunciato ieri dalla vicesindaca Giusy Iemma- rappresenta un importante segnale di attenzione verso un tema di grande rilevanza sociale e sanitaria. Per un tema così centrale, l’Amministrazione si è fatta promotrice del sit-in nel centro storico di Catanzaro, così da fornire l’occasione alle cittadine e ai cittadini di essere informati su una problematica diffusa, ma allo stesso tempo troppo disconosciuta”. Così il presidente del Consiglio comunale, Gianmichele Bosco, in merito all’iniziativa che vedrà Catanzaro protagonista nella sensibilizzazione sui disturbi alimentari, patologie complesse e spesso invalidanti che colpiscono un numero sempre crescente di persone, soprattutto ragazze e ragazzi.

“Il tema è sentito e ha bisogno di essere affrontato”

“Il tema è sentito e ha bisogno di essere affrontato”

“I DCA – sottolinea Bosco – non sono solo un problema di salute fisica, ma hanno anche profonde implicazioni psicologiche e sociali. È fondamentale, quindi, fare rete e promuovere iniziative di sensibilizzazione per contrastare la diffusione di queste patologie e per supportare chi ne soffre”. “L’appuntamento del 15 marzo – continua il presidente del consiglio comunale – rappresenta un’occasione preziosa per riflettere su questo tema e per far conoscere i mezzi a disposizione sul territorio per supportare le persone con DCA e le loro famiglie. È stato inoltre fondamentale il contributo di uomini e donne nell’organizzare contenuti e logistica dell’evento. Segno che, dunque, il tema è sentito e ha bisogno di essere affrontato tra le persone”.

“Proprio per questo – aggiunge Bosco – non va dimenticato quanto è accaduto in Italia a gennaio scorso, dove migliaia di giovani con grande spirito critico hanno alzato la voce di fronte all’assurda decisione del Governo Meloni di tagliare i fondi destinati al contrasto dei disturbi. Una scelta figlia di un esecutivo conservatore e poco attento ai nuovi fenomeni della realtà sociale. Grazie proprio ai movimenti di protesta di quei giorni, tra cui anche quello di Catanzaro, il Governo è ritornato sui suoi passi prevedendo delle somme. Ad ogni modo, un’altra brutta pagina verso l’inclusione e il riconoscimento di nuove forme di disagio che sempre di più avvolgono un pezzo di società che, seppur tutelata dopo le proteste, si è sentita abbandonata”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved