Calabria7

Giovane donna di origini calabresi suicida a Crema

rimini

A Crema, in provincia di Cremona, intorno alle 13 di ieri una donna di origini calabresi si è data fuoco in un campo adiacente a via Milano ed è morta. Alcune persone, hanno assistito alla scena, e stando al racconto di un passante che ha cercato di soccorrere la vittima cercando di spegnere le fiamme, sarebbero rimaste nel parcheggio del vicino ristorante a filmare l’accaduto con il proprio cellulare senza intervenire o prestare soccorso.
La testimonianza arriva su Facebook dalla sindaca di Crema, Stefania Bonaldi, riportando il racconto del soccorritore.
”Comprendo che non tutti possano avere il sangue freddo e la prontezza per intervenire – si legge nel post del primo cittadino -. Ma se gli spettatori di questa tragedia hanno avuto la freddezza di prendere il telefonino e immortalare la scena, anziché correre in aiuto o chiamare i soccorsi, allora dobbiamo farci delle domande. Cosa siamo diventati? Perché questa indifferenza?”.
Secondo il suo racconto riportato integralmente dalla sindaca nel post, l’uomo stava passando di lì in auto con la moglie quando ha visto la scena e si è precipitato nel punto in cui si trovava la donna cercando di spegnere il fuoco con un asciugamano. Nel frattempo ”una ventina di persone” riprendeva da lontano quanto stava accadendo. Dopo alcuni minuti l’uomo è stato raggiunto da una seconda persona con un estintore, ma né questo né i soccorsi arrivati in seguito hanno potuto salvare la vittima. L’uomo spiega che i ”curiosi” si sono avvicinati alla scena ”solo alla fine, quando ormai avevo spento tutto”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Rinascita-Scott, il 25 giugno la Cassazione decide su scarcerazione Pittelli

Matteo Brancati

Armi: Carabinieri sequestrano nel Vibonese fucile e munizioni

Matteo Brancati

‘Ndrangheta, mani su parcheggi Malpensa: imprenditore denuncia

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content