“Giovino-Alli: dopo 12 anni di battaglie pretendiamo di conoscerne le sorti”

Anche il  Movimento Civico Indipendente “Catanzaronelcuore” interviene sul Giovino, argomento ormai al centro della politica del capoluogo.

“Fuoco sotto cenere: questa è l’immagine più evidente che descrive la questione Giovino-Alli. Sembra infatti che dopo anni di discussioni – anche nelle aule dei tribunali -, di promesse e delusioni, di sogni e di incubi, di propaganda elettorale e di silenzi, oggi sia ritornato il sospetto che quel comparto litoraneo di Catanzaro possa ricadere nel rischio di speculazioni edilizie” si legge in una nota del movimento.

“Fuoco sotto cenere: questa è l’immagine più evidente che descrive la questione Giovino-Alli. Sembra infatti che dopo anni di discussioni – anche nelle aule dei tribunali -, di promesse e delusioni, di sogni e di incubi, di propaganda elettorale e di silenzi, oggi sia ritornato il sospetto che quel comparto litoraneo di Catanzaro possa ricadere nel rischio di speculazioni edilizie” si legge in una nota del movimento.

“Parliamo di sospetto e di rischio per un semplice motivo: perché, sul tema, non abbiamo sentito una parola chiara ed inequivocabile da parte del sindaco, Sergio Abramo. Eppure – continua il gruppo indipendente – quando questi si insediò nel 2017 ribadì e garantì la volontà di non prestarsi a speculazioni su quel tratto costiero del capoluogo di regione. Ma già precedentemente, nel 2012 e sempre in occasione di uno dei suoi tanti insediamenti sulla poltrona di primo cittadino, dichiarò di voler salvaguardare l’intera area poiché l’unica vocazione della stessa era quella turistica. Ma c’è di più: i reiterati e roboanti annunci di voler ricorrere ad un concorso di idee per meglio identificare e disegnare il futuro dell’area Giovino-Alli. Annunci rivelatisi purtroppo sterili, a cui non ha fatto seguito alcun effetto concreto, e fatti cadere scientemente nel dimenticatoio”.

“Il nostro Movimento – a  cui si devono onestamente riconoscere almeno due meriti: quello d’aver scoperchiato il pentolone nel lontano 16 settembre 2006; e quello di aver fatto bloccare nel 2008, sotto la consiliatura di Rosario Olivo, le lottizzazioni allora previste in quel comparto – oggi pretende che Sergio Abramo e l’intero Consiglio comunale pronuncino una parola inequivocabile sul destino di Giovino-Alli. Senza inganni. Senza politichese. Senza sotterfugi. Senza doppie facce. Senza mezze verità”.

Il  Movimento Civico Indipendente “Catanzaronelcuore precisa: Pretendiamo di sapere dov’è e qual è il piano dell’amministrazione comunale circa il desiderato e sognato quartiere turistico. Pretendiamo di sapere – dopo anni di chiacchiericcio inutile – se è stato bandito il famoso concorso urbanistico di idee. Pretendiamo di sapere se questa Amministrazione sia cosciente del potenziale turistico dell’area in questione, nella prospettiva dello sviluppo virtuoso del capoluogo Pretendiamo di sapere se quel territorio sia stato offerto a qualcuno per pucciarci dentro il gustoso biscotto della speculazione edilizia”.

“A distanza di oltre dodici anni da quando ingaggiammo questa sacrosanta battaglia civica, riteniamo di meritare risposte limpide. Tutta la città  – conclude – deve sapere qual è il suo destino, quali sono le intenzioni dei suoi governanti circa il territorio di Giovino-Alli che rappresenta l’ultima opportunità per fare di Catanzaro una città davvero turistica e attrattiva”.

redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
In occasione del primo anniversario della strage, in cui persero la vita almeno 94 migranti, ha realizzato un'opera - il Cristo crocifisso - con il legno della 'Summer Love'
"Per rilanciare questa regione - ha detto la segretaria del Pd - bisogna anche puntare sulla sanità pubblica, che va difesa"
A Catanzaro appuntamento in prossimità di piazza Prefettura, alla presenza di Arci, Anpi, Libera Asd Calabriando e Pd. Area Vasta Cgil presente alla manifestazione di Vibo
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, oltre ai tecnici comunali. Presente anche il sindaco
La vittima è un 43enne, morto durante il tragitto verso l'ospedale
La donna è stata trovata distesa in terra con segni evidenti di percosse in una stanza messa a soqquadro
Lo spazio pubblico è dedicato ad “Alì”, il neonato senza nome e non reclamato che è stato sepolto in Calabria
Il presidente della Regione Calabria è stato eletto insieme ad Alberto Cirio, Deborah Bergamini e Stefano Benigni
La Procura di Roma ha aperto un'indagine sui lavori. Il ministro leghista: "Noi siamo gli unici indagati a prescindere"
Il monumento funebre, risalente al 1637, appare in diverse scene del film “La migliore offerta”, del regista Giuseppe Tornatore
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved