Girandola di emozioni al “Ceravolo”: Catanzaro e Sudtirol si dividono la posta in palio

Al "Ceravolo" una partita equilibrata con brivido finale per i giallorossi, che salgono a 39 punti

Il Catanzaro dà continuità alla serie di risultati utili e ottiene un punto contro il Sudtirol. 2-2 il risultato finale di un match complessivamente equilibrato e sbloccato subito dagli con il colpo di testa di Kurtic. Il Catanzaro cresce nel corso del match e prima la pareggia con Brighenti (primo gol in giallorosso per lui), poi a inizio ripresa la ribalta con l’altro difensore Antonini. Il Catanzaro prova a vincerla in tutti i modi, ma una dormita difensiva su fallo laterale costa il gol di Pecorino e il pari finale. Bicchiere mezzo vuoto per i giallorossi, che avrebbero certamente meritato il bottino pieno.

Primo tempo

Pronti, via e subito doccia fredda per i giallorossi: su corner dalla destra, Kurtic stacca di testa tra Brighenti e Antonini e sorprende Fulignati. I giallorossi provano a riorganizzarsi e gestiscono il pallone a lungo senza però trovare varchi, con il gioco che si addensa in mezzo al campo. Col passare dei minuti la squadra di casa prova a farsi più pericolosa e al 24’ Vandeputte pennella dalla sinistra un pallone per Iemmello che di testa non inquadra lo specchio da buona posizione. Un paio di minuti più tardi, D’Andrea prova la conclusione dalla distanza con il pallone che si spegne a lato. Il numero 7 giallorosso si accende e al 28’, dopo essere penetrato in area, prova la botta da distanza ravvicinata costringendo Poluzzi all’intervento. Alla mezz’ora il Catanzaro pareggia meritatamente i conti: sugli sviluppi di un corner, Pompetti prova la conclusione dalla distanza e sulla successiva respinta della difesa si avventa Brighenti che con un mancino chirurgico deposita il pallone all’incrocio dei pali. Sull’onda dell’entusiasmo, i padroni di casa continuano a spingere e un minuto più tardi, su un cross di Vandeputte deviato dalla difesa altoatesina, Ambrosino sfodera un missile che impegna severamente Poluzzi.  

Secondo tempo

Inizio di ripresa fausto per il Catanzaro: su corner dalla sinistra, Antonini stacca in maniera imperiosa e porta in vantaggio i suoi. I giallorossi amministrano bene il vantaggio e restano in proiezione offensiva, provandoci prima con due conclusioni dalla distanza di Ambrosino e poi con Iemmello che – su lancio meraviglioso di Petriccione – a due passi dalla porta calcia addosso a Poluzzi. Al quarto d’ora, però, arriva il pari ospite: sugli sviluppi di un fallo laterale sulla destra, il pallone arriva a Pecorino che si gira più volte in area e incrocia beffando Fulignati. Vivarini prova a dare nuova linfa all’attacco inserendo Biasci in luogo di Ambrosino e Sounas al posto di D’Andrea: il Catanzaro continua ad attaccare, ma manca nell’ultimo passaggio a fronte della fitta tela biancorossa. Nemmeno gli ingressi di Donnarumma e Oliveri cambiano l’inerzia della partita che nel finale si complica con l’espulsione per doppio giallo comminato a Brighenti. Nel finale tanto equilibrio e una clamorosa occasione per Rauti sventata da Fulignati.

(foto in evidenza tratta dal profilo Facebook dell’Us Catanzaro)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved