Calabria7

Girandola di emozioni al “Granillo”: Reggina e Ascoli si dividono la posta in palio

reggina-ascoli

di Antonio Battaglia – Un altro mezzo passo falso, ma le speranze playoff sono ancora intatte. La Reggina si accontenta di un pari contro un Ascoli gagliardo e resta a un punto di distanza dall’ottavo posto. 2-2 il risultato finale di un match pressoché equilibrato, con i bianconeri più brillanti fisicamente al cospetto di una Reggina stanca e incapace di approfittare dei risultati di Chievo e Spal. Testa alle ultime due difficili gare contro Lecce e Frosinone, il sogno playoff è ancora intatto.

Primo tempo

Avvio aggressivo da parte della Reggina, che al 2’ si rende pericoloso con un cross di Dalle Mura che non trova la spizzata di un compagno di squadra. I primi dieci minuti sono movimentati, con sortite offensive da ambedue le parti, ma le squadre abbassano progressivamente i ritmi e faticano a giocare palla a terra. Al 18’, però, la Reggina trova il vantaggio con una bella incartata sul secondo palo di Cionek. 

La reazione dell’Ascoli è veemente e al 26’ hanno la ghiotta chance per il pari: l’arbitro ravvisa un fallo di mano in area da parte di Cionek e comanda il penalty, ma dal dischetto Sabiri si fa ipnotizzare da Nicolas. Dopo minuti di gioco concitati, le squadre rallentano i giri e il match si incattivisce con numerosi interventi irregolari in mezzo al campo. L’Ascoli non demorde e al 41’ agguanta l’1-1 con una bella conclusione di Bajic dal vertice sinistro dell’area che si insacca alle spalle di Leali. 

Secondo tempo

In avvio di ripresa è subito doccia fredda per gli amaranto: Sabiri si libera sulla trequarti di Crisetig con un tunnel delizioso e poi spara un missile terra aria da fuori che si infila nel sette. La splendida rete dell’attaccante marocchino dona fiducia all’Ascoli che domina il palleggio, ma la Reggina non perde coraggio e si affaccia con continuità nella metà campo avversaria. 

Al 63’ ecco il pari amaranto: cross di Rivas per Montalto, che deve solo appoggiare in rete di testa. La reazione marchigiana arriva subito dopo con un sinistro di Saric che Nicolas sventa con un grande intervento in tuffo. Nel finale. Nonostante la girandola di cambi per parte, l’intensità della partita scema e le due squadre non riescono a costruire azioni degne di nota. Gli ospiti sembrano più determinati dei padroni di casa e si rendono pericolosi all’85’ con un sinistro di Sabiri che impegna Nicolas. La Reggina non ha la forza di mettere in difficoltò la difesa bianconera e si accontenta di un punticino.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Serie C, un golazo di Carlini piega il Foggia e regala tre punti d’oro al Catanzaro

Antonio Battaglia

Reggio, “Molo di attracco nella rada Pentimele compromette aspetto urbanistico”

Matteo Brancati

Impatto violento tra auto e moto, muore 24enne

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content