Calabria7

Gli angeli antimafia de “La scorta civica”: in Piazza lo scudo per Gratteri (FOTO-VIDEO)

manifestazione gratteri

E’ partita da ogni confine della Calabria e anche oltre per arrivare a Piazza Matteotti a Catanzaro la “Scorta civica” di Nicola Gratteri che si aggiunge agli angeli custodi che, quotidianamente, proteggono il procuratore capo della Dda esposto a continue minacce di morte.

La Scorta civica si è riunita in un sit-in proprio di fronte Palazzo Blasco dove lavora il magistrato recentemente bersaglio di intimidazioni scoperte dall’Fbi che ha smascherato un piano per farlo fuori nel tragitto che lo stesso magistrato effettua per recarsi dal suo ufficio alla sua abitazione di Gerace: la ‘ndrangheta avrebbe organizzato un attentato avvalendosi di un ordigno collegato ad un telecomando. La Procura di Salerno, competente sull’inchiesta, ha aperto un fascicolo sulla vicenda. Nel frattempo sono stati messi sotto scorta anche la moglie e i figli del procuratore che studiano fuori sede, lontano dalla Calabria.

“La nostra ribellione, la sua scorta”

Tanti i manifesti che attestano vicinanza al procuratore capo di Catanzaro: “Noi Scorta civica per Nicola Gratteri”, “Gratteri non è solo”, “La nostra ribellione, la sua scorta”, portati nelle mani delle sigle sindacali, della Cicas, Confederazione Imprenditori, Commercianti, Artigiani, Turismo e Servizi; Antonino De Masi; la Fondazione Antonino Caponnetto; il Movimento civico Noi; la Fondazione Culturale ‘Paolo di Tarso’; il Centro Polifunzionale Padre Pino Puglisi; il Celm, Comitato Europeo per la Legalità e la Memoria; l’Associazione Giustizia e Pace dedicata ai Giudici Livatino e Costa. Tutti uniti per fare squadra in difesa di un magistrato molto amato dal popolo e poco dalle Istituzioni, nonostante anche loro oggi siano presenti alla protesta in corso.

Sindacato Cisal: “Siamo qui per la legalità e la meritocrazia”

“Come Cisal volevamo e dovevamo essere qui per mostrare anche con la presenza fisica la nostra vicinanza e solidarietà al Procuratore Capo di Catanzaro, Nicola Gratteri. Minacciare Gratteri significa minacciare il nostro presente ma soprattutto il nostro futuro. Minacciare Gratteri equivale a minacciare tutti i cittadini calabresi perbene, che sono la stragrande maggioranza. Sono sicuro che sempre più persone scenderanno
in piazza per costruire insieme una sempre più forte scorta civica, invocata anche dal nostro segretario generale Francesco Cavallaro, accanto a Gratteri, accanto a tutte le donne e gli uomini che quotidianamente si battono per la legalità e la meritocrazia. Senza legalità e meritocrazia non c’è sviluppo per il territorio”. Lo ha detto il segretario provinciale della Cisal di Catanzaro, Giuseppe Mazzei, durante il corteo di solidarietà al procuratore Gratteri dopo la recente scoperta di un progetto di attentato.

GUARDA LA DIRETTA

LEGGI ANCHE | Gratteri nel mirino dei clan, Libera aderisce alla manifestazione a sostegno del magistrato
LEGGI ANCHE | Gratteri: “Dopo le minacce se potessi lavorerei di più”. E su Bombardieri: “Mi dispiace tantissimo”
LEGGI ANCHE | Italia Viva Calabria aderisce alla manifestazione pro Gratteri a Catanzaro
LEGGI ANCHE | Manifestazione pro Gratteri, Fiorita: “La Calabria non china la testa davanti alla mafia”
LEGGI ANCHE | Minacce a Gratteri, la “scorta civica” scende in piazza a sostegno del magistrato calabrese
LEGGI ANCHE | Nicola Gratteri salvato dagli Usa, affondato dall’Italia
LEGGI ANCHE | Gratteri nel mirino dei clan, la Camera di Commercio di Catanzaro: “Siamo tutti con lui”
LEGGI ANCHE | Minacce a Gratteri, Cavallaro (Cisal): “Massima solidarietà. Parole si trasformino in scorta”
LEGGI ANCHE | Nuove minacce a Gratteri, preoccupazione e sdegno tra i vescovi calabresi
LEGGI ANCHE | Salvini: “Gratteri uomo di legge minacciato da vigliacchi”
LEGGI ANCHE | Wanda Ferro: “La solidarietà a Gratteri si trasformi in impegno concreto in Parlamento”

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

“Call center, più tutela per gli outbound e più ammortizzatori sociali”

Carmen Mirarchi

Catanzaro: escono in due per fare la spesa e violano decreto Coronavirus, denunciati

Matteo Brancati

Denuncia su Facebook: pronto soccorso ad intermittenza a Soveria Mannelli

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content