Gratteri: “Siamo indietro alle mafie tecnologicamente. Servono gli hacker ‘buoni’”

Secondo il magistrato, la ‘ndrangheta ha assunto ingegneri informatici tedeschi per fare riciclaggio sofisticato, ma le autorità investigative faticano a tener loro testa

“Dal punto di vista tecnologico siamo un po’ indietro. Perché nel corso degli ultimi dieci anni almeno, non si è investito in tecnologia, non si è investito nelle assunzioni e non penso solo a polizia, carabinieri e finanza ma penso agli ingegneri informatici, agli hacker, tra virgolette buoni, che sono in grado di superare gli ingegneri informatici che le mafie ormai sono in grado di pagare, di arruolare, di assumere”. Lo ha detto il capo della Procura di Napoli, Nicola Gratteri, stasera a Trani, in Puglia, dove ha presentato il libro “Il grifone” scritto con lo storico Antonio Nicosia.

“Penso ad esempio alla ‘ndrangheta che ha assunto degli ingegneri informatici tedeschi e rumeni per estrarre i bitcoin per fare riciclaggio sofisticato – ha continuato – penso ad esempio alla camorra che è stata in grado non solo di estrarre il bitcoin ma anche di lavorare nel dark web, che è capace di comprare quantità di cocaina, commissionare omicidi e commettere tutta una gamma di reati possibili, comunicando su piattaforme che noi riusciamo solo a inseguire”.

“Penso ad esempio alla ‘ndrangheta che ha assunto degli ingegneri informatici tedeschi e rumeni per estrarre i bitcoin per fare riciclaggio sofisticato – ha continuato – penso ad esempio alla camorra che è stata in grado non solo di estrarre il bitcoin ma anche di lavorare nel dark web, che è capace di comprare quantità di cocaina, commissionare omicidi e commettere tutta una gamma di reati possibili, comunicando su piattaforme che noi riusciamo solo a inseguire”.

“E non sto vedendo riforme che servono a contrastare le mafie né a velocizzare processi. Si stanno facendo riforme – ha concluso – che non servono a velocizzare i processi e che non servono a dare risposte ai bisogni della gente”. (ANSA)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved