Calabria7

Guardia di Finanza sequestra beni a dirigente Calabria Verde

lamezia terme

La Guardia di Finanza provinciale di Catanzaro ha sequestrato beni per circa 1,5 milioni di euro ad un dirigente della vecchia Afor, adesso Calabria Verde.

Il provvedimento è stato disposto dalla Procura regionale della Corte dei Conti.

L’uomo, oltre a ricoprire il ruolo di dirigente dell’azienda in house della Regione Calabria, svolgeva attività privata senza nessuna autorizzazione.

I finanzieri, infatti, dopo attende indagini hanno accertato che il dirigente, dal 2004 al 2015, ha svolto attività libero-professionale incompatibile, consentendo il guadagno di compensi extra che, contro la normativa vigente, non venivano versati nelle casse dell’azienda pubblica.

Il danno erariale nei confronti dell’ente pubblico, così, è stato calcolato in quasi 1,5 milioni di euro, ovvero il denato percepito in 13 anni di attività.

All’uomo sono stati sequestrati anche crediti, conti correnti, immobili e attività finanziarie.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Auto contro furgone, muore ex consigliere comunale di Catanzaro. Grave il figlio

manfredi

La Naca di Catanzaro, dall’antichità ai giorni nostri, raccontata da Rotella

Danilo Colacino

Regione, consigliere Raso decade da sindaco di Gizzeria: “Avventura unica”

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content