Guccione: “Occupiamoci dei problemi della gente e delle soluzioni”

“Conclusa la fase delle elezioni regionali, il Pd ora scenda in campo per aprire una vera e propria vertenza Calabria mettendo al centro la sanità e la fine del commissariamento, lo sviluppo delle aree interne e per programmare concretamente un Piano straordinario per il lavoro.

Torniamo tra la gente, nei territori attraverso l’azione quotidiana, occupandoci dei problemi delle persone e delle soluzioni da dare. Un percorso che ci deve portare, uniti, alla fase congressuale che non dovrà essere una “conta” o una sfida sugli assetti degli organigrammi, ma un’occasione per dare una speranza alla Calabria”. È quanto ha affermato il consigliere regionale del Partito Democratico Carlo Guccione, nel corso del suo intervento oggi pomeriggio a Cosenza alla riunione del Circolo tematico del Pd “Salute, ambiente e territorio. Presenti anche il segretario di Circolo Enzo Damiano, il commissario provinciale del Pd Marco Miccoli, il presidente della Provincia di Cosenza Franco Iacucci. “Anche per la città di Cosenza, mancano quindici mesi alle elezioni amministrative. Non possiamo farci trovare impreparati.

Torniamo tra la gente, nei territori attraverso l’azione quotidiana, occupandoci dei problemi delle persone e delle soluzioni da dare. Un percorso che ci deve portare, uniti, alla fase congressuale che non dovrà essere una “conta” o una sfida sugli assetti degli organigrammi, ma un’occasione per dare una speranza alla Calabria”. È quanto ha affermato il consigliere regionale del Partito Democratico Carlo Guccione, nel corso del suo intervento oggi pomeriggio a Cosenza alla riunione del Circolo tematico del Pd “Salute, ambiente e territorio. Presenti anche il segretario di Circolo Enzo Damiano, il commissario provinciale del Pd Marco Miccoli, il presidente della Provincia di Cosenza Franco Iacucci. “Anche per la città di Cosenza, mancano quindici mesi alle elezioni amministrative. Non possiamo farci trovare impreparati.

Già alle elezioni del 2011una parte del Pd al ballottaggio dichiarò pubblicamente di non votare né per Occhiuto né per Paolini. In quelle del 2016, invece, a due giorni dalla presentazione delle liste ci siamo trovati senza un candidato a sindaco. Questo modo di gestire del Pd ha fatto in modo che Occhiuto potesse governare Palazzo dei Bruzi. La città ora rischia il baratro, il pesante fardello del dissesto finanziario di oltre 380 milioni di euro ci impone da subito di aprire una “Costituente delle idee” per aprire un confronto aperto, inclusivo di tutte quelle forze che vogliono lavorare a un’alternativa in questa città.

Un’alternativa che sia in grado di dare una prospettiva di sviluppo e di crescita per Cosenza.

Al bando, dunque, protagonismi, egemonie o pretese di primogenitura. Partiamo dalla città reale, dalle sue criticità, per proporre un progetto credibile che sia capace di creare un’alleanza ampia con tutte le realtà politiche e civiche che si renderanno disponibili”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
"Il vostro posto è al circo, tra i pagliacci e lo sterco di animali. Siete gentaglia che non vuole il bene del proprio paese"
"Risultato importante perché le Terme Luigiane rappresentano un pilastro per il turismo e l’occupazione nei nostri territori"
Il medico personale ha acconsentito al ricovero e Bergoglio è stato già sottoposto a una tac toracica che avrebbe dato esito negativo
“Qui non si tratta di tecnicismi” ma del “tentativo della maggioranza di ribaltare le regole del voto” modificando “l’esito delle elezioni”
Il 'quinto uomo' è accusato di concorso anomalo nel tentato omicidio del 21enne di Bologna ridotto in coma irreversibile dopo un pestaggio
"Le mafie non fanno più uso di violenza ma trovano accordi anche con parte della pubblica amministrazione che si fa corrompere"
Mimmo Bevacqua: "Occhiuto fa bene a replicare al sindaco di Milano sui fondi europei non spesi da reindirizzare al Nord"
Sant’Anna Hospital comunica di aver provveduto al pagamento dei dipendenti con accredito delle mensilità fino a dicembre 2022
L'uomo pare non fosse nuovo a reati simili: difatti, si era già reso responsabile di medesime condotte in altri territori
"Un eroe sociale" se si considera che in Calabria per fare impresa bisogna lavorare il doppio rispetto alle altre regioni di Italia
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved