Ha un malore dopo aver celebrato la messa, parroco muore in sacrestia

La notizia della sua morte ha provocato sgomento tra i fedeli e grande tristezza nella comunità
Don Donato Romano

Ha avuto un malore subito dopo aver celebrato la messa, si è accasciato in sacrestia ed è morto. Don Donato Romano, 49 anni, è deceduto all’improvviso nella Cattedrale di Santa Maria Maggiore a Teggiano, in provincia di Salerno. Sul posto sono subito intervenuti i medici del 118, ma non c’è stato niente da fare.

Stando a quanto riportato dall’ANSA, don Donato, originario di Sassano (Salerno), appartenente alla diocesi di Teggiano-Policastro, era già stato parroco ad Aquara, a Montesano sulla Marcellana e cappellano dell’ospedale di Polla. La notizia della sua morte ha provocato sgomento tra i fedeli e grande tristezza anche nella comunità di Sassano, dove vivono i suoi familiari. “A nome personale e dell’intera cittadinanza – ha detto il sindaco Domenico Rubino – esprimo il più vivo cordoglio ai familiari e alla diocesi di Teggiano-Policastro”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
"L’avviso per il finanziamento a biblioteche e archivi storici pubblici e il riconoscimento di Taurianova Capitale del Libro 2025 due importanti tappe per questa Regione"
Le imprese giovanili fanno registrare un saldo anagrafico positivo di 420 unità, in recupero rispetto ai livelli pre-pandemici anche le imprese artigiane
Necessario fare luce sul caso delle attrezzature "che rischiano di diventare obsolete, dopo essere acquistate, con grande esborso per le casse regionali"
Ricostruito il coinvolgimento di personale dell'Agenzia delle Dogane in 5 importazioni per oltre 3 tonnellate di cocaina, delle quali 2,7 sequestrate
Il mister, originario del Vibonese, guiderà da subito il Napoli nel big match di Champions contro il Barcellona da preparare il 24 ore
"Mio padre sarebbe potuto morire", scrive la figlia della vittima in un post sui social nel quale rende nota la vicenda
Scoperto giro d'affari da oltre 30 milioni di euro che coinvolge 81 società. Perquisizioni e sequestri in corso in 8 regioni tra cui la Calabria
La segretaria Pd ha annunciato che parteciperà alle manifestazioni che si svolgeranno per l’anniversario del naufragio in cui morirono 94 persone
La morte di Giuseppe Bruno e Caterina Raimondi sarebbe avvenuta nell'ambito di uno scontro tra cosche di 'ndrangheta nel 2013
Le scritte “Ceraso dimettiti” e “Steccato senza sindaco” sono comparse in città all’indomani della manifestazione contro la ‘ndrangheta
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved