Calabria7

Fermato con un fucile alla Cittadella regionale: “Serviva per un corso di caccia”

"L'ambulatorio della Cittadella sarà riaperto", l'annuncio della Cisal

Il cinquantaduenne fermato questa mattina all’ingresso della Cittadella Regionale da una guardia giurata de “La Torpedine“ con un fucile non aveva affatto obiettivi intimidatori. L’uomo riferisce di essersi recato a Germaneto “trasportando un’arma dimostrativa e non grado di sparare all’interno di una custodia rigida”. “Il fucile privo di otturatore girevole scorrevole, sarebbe servito – spiega in una nota inoltrata a Calabria7 – per utilizzo didattico dimostrativo al corso di Cacciatore di Ungulati con Metodi Selettivi (Selettore) presso la Sala Verde della Cittadella regionale”. Lo stesso afferma di aver informato “tempestivamente del trasporto un funzionario di P.S. che si trovava nei pressi della guardiola della vigilanza. Di seguito, accompagnato da due funzionari del Dipartimento Agricoltura, il sottoscritto si è recato allo sportello della vigilanza per accedere alla Cittadella Regionale. Preciso che – conclude il 52enne – al divieto di entrare opposto da un vigilante, convinto del buon operato delle guardie presenti, dopo gli opportuni chiarimenti, sono uscito diligentemente senza opporre resistenza e senza inveire”.

LEGGI ANCHE | Si presenta in Cittadella regionale col fucile, 52enne fermato dalla Vigilanza

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Chiaravalle, a teatro il ritorno del duo comico Dandy Danno e Diva G

Matteo Brancati

Monasterace, incendio dietro alla caserma dei carabinieri

Danilo Colacino

Coronavirus in Calabria: oltre 1000 positivi in 24 ore, 4 i morti

Alessandro De Padova
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content