I Carabinieri di Reggio e l’impegno contro la violenza sulle donne: “Il primo passo è denunciare”

"I militari dell’Arma quotidianamente impegnati a dare coraggio alle donne in difficoltà. Insieme si può uscire da situazioni di violenza"

“Sempre maggiore è l’impegno che anno dopo anno l’Arma dei Carabinieri pone nel contrasto a tutti quei comportamenti che ledono le donne fisicamente, psicologicamente e nella loro dignità. In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, l’Arma vuole sottolineare il proprio quotidiano agire con l’intento di aiutare tutte le donne, ed in particolare quelle che vivono momenti di difficoltà, con l’obiettivo di far comprendere come il primo passo per tornare libere dalle violenze è quella di denunciare”. Così, in una nota, il comando provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Reggio Calabria.
“L’obiettivo è quello di diminuire il numero dei reati sommersi, ovvero tutti quei comportamenti perseguibili che ledono le donne e che, concretizzandosi molto spesso all’interno delle mura domestiche, sono difficilmente individuabili”.

L’impegno sul territorio

“A Reggio Calabria infatti, l’Arma dei Carabinieri trae la sua linfa vitale dal contatto con la gente di una fitta e capillare rete di Comandi, il cui elemento fondamentale è costituito dalla Stazione Carabinieri che, specie nei centri più piccoli, rappresenta l’unico presidio di riferimento per la cittadinanza, simbolo della legalità e della visibile presenza dello Stato.
Inoltre, grazie all’iniziativa avviata con Soroptimist International Italia, denominata “Orange the Word”, l’Arma dei Carabinieri di Reggio Calabria ha allestito presso il Comando Provinciale di Reggio Calabria, il Gruppo di Locri e la Compagnia Carabinieri di Palmi una “stanza tutta per sé” consistente in locali idonei all’ascolto protetto di donne vittime di violenza. 
Tutti i militari dell’Arma reggina, come nel resto d’Italia, in maniera empatica sono quotidianamente impegnati a fornire coraggio a tutte quelle donne che si trovano in difficoltà, cercando di trasmettere loro la consapevolezza che insieme si può uscire da situazioni di violenza”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Entrambi sarebbero in attesa di primo giudizio. A vigilare sui cortili della prigione c'era un solo agente
La strada è stata provvisoriamente chiusa al traffico. Il personale di Anas è sul posto per la gestione della viabilità
Un’opera rock di assoluto valore artistico, storico e culturale, che ci riporta al popolo dei Bretti e al mito di Donna Brettia
Edison Malaj è deceduto schiacciato da una lastra di cemento mentre lavorava nel piazzale delle ex cantine sociali di Frascineto
Al "Ceravolo" una partita equilibrata con brivido finale per i giallorossi, che salgono a 39 punti
L’uomo è stato portato in elisoccorso all’Annunziata di Cosenza. La strada fortunatamente non era trafficata al momento dell’incidente
"Si sta cercando di delocalizzare il poco rimasto nel capoluogo che fino a ora rendeva la stessa realtà, e l'area più centrale della Calabria, attrattivi"
Dirigenti dell’Anas, indagati per presunta corruzione, avrebbero fornito informazioni riservate sulle gare. Tutto ruota intorno alla Inver
È il caso di un uomo di 74 anni. Una Tac alla testa ha rivelato la presenza di un ago per l'agopuntura che stava causando un’emorragia cerebrale
Il Coruc, Comitato regionale universitario di coordinamento della Calabria, ha dato l'ok definitivo
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved