Calabria7

“I carabinieri non commisero alcun falso ai danni dell’imprenditore”, caso archiviato

Passepartout regione calabria

Il caso è chiuso per due carabinieri  in servizio nel capoluogo calabrese indagati per falso ideologico commesso dal pubblico ufficiale in atti pubblici a seguito della denuncia dell’imprenditore Girolamo Albano, che li aveva accusati di aver manomesso un verbale di integrazione della denuncia sporta a sua volta da una donna che aveva denunciato per stalking lo stesso Albano. Il gip accogliendo la richiesta del pm e del legale difensore degli indagati, l’avvocato Carlo Petitto, ha archiviato la vicenda giudiziaria. Ma andiamo per gradi. L’inchiesta deriva da un altro procedimento penale per atti persecutori nei confronti di una donna. Agli atti di questa inchiesta c’è un verbale che, secondo Albano, sarebbe stato falsificato dagli ufficiali di pg dei Carabinieri F. C. e V. S. Il processo a carico di Albano per stalking ebbe termine in quanto entrambe le parti rimisero le rispettive querele in tutte le sedi giudiziarie con il pagamento da parte di Albano di centomila euro. Proseguì invece il procedimento nei confronti dei due ufficiali di pg e per ben tre volte la Procura avanzò richiesta di archiviazione. Il procedimento andò avanti e finì con l’archiviazione dei due ufficiali di pg e con l’invio degli atti in Procura nei confronti di Albano con l’accusa di calunnia.
In questo frangente sono avvenuti due fatti nuovi che hanno dato origine al nuovo procedimento penale nei confronti dei due carabinieri. Il primo è l’incontro, registrato da Albano, tra quest’ultimo e la donna che lo accusava di stalking la quale ha sostenuto che quel verbale che lei aveva firmato non era veritiero e il secondo è una lettera inviata ad Albano nella quale ha riferito che quello che aveva dichiarato al pm che l’aveva sentita sul punto era falso (con tanto di dichiarazione consegnata alla Polizia). Da qui la nuova richiesta di archiviazione del pm ora accolta dal gip Carmela Tedesco.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Controlli Questura Crotone, i risultati di Focus ‘ndrangheta

Mirko

Il silenzio del presidente della Sampdoria interrogato dal gip di Paola

Maria Teresa Improta

‘Ndrangheta in Piemonte, c’è anche un ex poliziotto tra gli imputati di “Pugno di Ferro”

Giovanni Bevacqua
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content