I social e la solitudine, convegno con i ragazzi del Fermi

I social danno per definizione la sensazione di essere “in contatto” e di essere “sociali”. Sembrano, di fatto, inserirsi nei nostri spazi di solitudine, riducendola. Ma è davvero autentica questa percezione? O alla lunga, i social peggiorano la nostra capacità di creare legami intimi e autentici?  A queste domande ed a tante altre hanno risposto i relatori presenti ieri mattina  al convegno che si è tenuto presso il liceo Enrico Femi voluto ed organizzato dall’associazione “Universo Minori” guidata dal presidente dottoressa Rita Tulelli.

Ricco il parterre dei relatori composto: dalla dirigente scolastica Teresa Agosto, dalla presidente del tribunale per i minorenni ddi Catanzaro Teresa Chiodo, dal pubblico ministero presso il tribunale per i minorenni di Catanzaro Michele Sessa, dai giudici onorari del tribunale per i minorenni di Catanzaro Carmen Fragalita, Marzia Colace e Andrea Barbuto, dalla senatrice Gelsomina Vono. Moderatore dell’ evento Benedetta Garofalo del CSV di Catanzaro.

Ricco il parterre dei relatori composto: dalla dirigente scolastica Teresa Agosto, dalla presidente del tribunale per i minorenni ddi Catanzaro Teresa Chiodo, dal pubblico ministero presso il tribunale per i minorenni di Catanzaro Michele Sessa, dai giudici onorari del tribunale per i minorenni di Catanzaro Carmen Fragalita, Marzia Colace e Andrea Barbuto, dalla senatrice Gelsomina Vono. Moderatore dell’ evento Benedetta Garofalo del CSV di Catanzaro.

I relatori hanno conversato con una platea di 300 studenti. Ad aprire i lavori una breve rappresentazione teatrale riguardante la vita social. Tutti gli interventi sono stati rivolti ai ragazzi ai quali è stato ribadito  di essere: “una scintilla irripetibile dell’ universo” e di non fare di questa scintilla un prodotto commerciale. Molte ragazze tra i 14 e i 16 anni, si spogliano davanti la telecamera del telefonino o del proprio computer su richiesta di un interlocutore a volte anche sconosciuto in cambio di qualche extra o qualche regalo costoso. Una denuncia che vuole porre l’accento sul termine extra, come se i sodi regalati durante le paghette settimanali dai genitori non bastassero per i divertimenti quotidiani o per lo sfizio del momento. Non si parla di crisi economica ma di crisi di valori.  Alla conclusione del convegno i ragazzi hanno posto delle domande  ai relatori i quali hanno poi concluso con una frase molto significativa di Henry David Thoreau: “Andai nei boschi per vivere in saggezza, vivere in profondità, e succhiare tutto il midollo della vita, sbaragliare tutto ciò che non era vita e non scoprire in punto di morte che non ero mai vissuto”.

L’ associazione “Universo Minori” nell’occasione ha presentato il progetto dal titolo: Perfette sconosciute che sarà lieta di offrire alle scuole che vorranno parteciparvi, per far conoscere e gestire le proprie emozioni ai ragazzi al fine di migliorare i rapporti interpersonali e intrafamiliari.

I ragazzi della WEB TV del liceo scientifico Fermi hanno ripreso tutto il convegno.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved