Calabria7

IAPB, UICI ed AIA, insieme per la prevenzione

Continua sul territorio Catanzarese la Campagna di Prevenzione delle patologie oculari legate ai fattori ambientali e comportamentali del periodo estivo e prosegue attraverso una partnership che ancora una volta vede coinvolti per il bene comune enti di rilevante caratura come l’IAPB promotrice dell’iniziativa, l’UICI e nello specifico per questa giornata l’AIA di Catanzaro grazie alla disponibilità del Presidente Franco Falvo. Un sodalizio che ormai da anni vede coinvolte le suddette realtà nell’obiettivo comune di realizzare azioni rivolte al bene comune ed alla salvaguardia delle patologie oculari e che ha visto i giovani fischietti catanzaresi affiancare anche in questa prima fase il Presidente Luciana Loprete ed i volontari dell’IAPB, del Servizio Civile dell’UICI e dell’UNIVOC nella divulgazione non solo di materiale promozionale ma soprattuto di informazioni e nozioni fondamentali per una buona salute dell’apparato visivo.

Azioni che ricordiamo essere realizzate proprio da chi non gode per sua sfortuna del dono della vista e che attraverso una costante azione che da anni viene portata avanti sul territorio lavora affinché il buio della cecità non si presenti ad altre persone. Il famoso detto “prevenire è meglio di curare” abbraccia in pieno infatti quello che è il pensiero solidaristico di queste attività, non solo perché la cecità non sia più una disabilità così diffusa, ma soprattutto perchè i costi per una buona prevenzione sono sicuramente minori rispetto ai costi che il Sistema Sanitario e previdenziale affronterebbe diversamente.

A seguire nei prossimi giorni ulteriori saranno le azioni previste dal programma divulgativo dell’IAPB presieduto da Luciana Loprete e che vedranno coinvolti oltre all’AIA ed alle su citate associazioni, anche l’AVIS e tante altre realtà del terzo settore territoriali divenute partner non solo dell’iniziativa grazie al coinvolgimento costante e la rete che la Presidente Loprete nel corso degli anni è riuscita a realizzare. Attraverso i canali social e la stampa verranno divulgate le zone e le giornate dove sarà possibile seguire i nostri volontari perché la “prevenzione non va in vacanza”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Il prefetto Zito lascia Vibo Valentia. Il saluto alla Questura

Damiana Riverso

Aggiudicati lavori di messa in sicurezza strade Simeri-Sellia

manfredi

Catanzaro, tutto pronto per la quarta edizione di “Gnam!”

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content