Iemmello gol, risponde Jagiello: a La Spezia arriva il secondo pari di fila per il Catanzaro

Partita intensa e combattuta da entrambe le squadre, con i giallorossi più volte vicini al vantaggio e capaci di soffrire

Una battaglia per 90 minuti, un vero match di Serie B. A La Spezia il Catanzaro lotta, rischia, accarezza la vittoria e alla fine deve invece accontentarsi del secondo pari consecutivo. 1-1 il risultato finale di un match complicatissimo e molto intenso, ben gestito dagli ospiti nella prima mezz’ora di gioco e complicatosi nell’ultima parte del primo tempo con il gol preso su uscita horror di Fulignati. Nella ripresa tante occasioni da entrambe le parti e ritmi altissimi con il Catanzaro bravo anche a stringere i denti in alcuni frangenti e a portare a casa un punto utile a mantenere alto il morale e rompere il trend negativo in trasferta.

La partita

I giallorossi si posizionano molto alti già dai primi secondi di gara, con lo Spezia che gira la palla sulla linea di difesa e col passare dei minuti prova a gestire il pallone per superare la linea di pressione del Catanzaro. Al 12’ clamorosa chance per i padroni di casa: Pompetti sbaglia clamorosamente un passaggio al limite della sua area, Verde intercetta e calcia a giro di sinistro concludendo fuori di poco. Un minuto dopo le Aquile passano in vantaggio: ripartenza micidiale sulla fascia destra dove Vandeputte arriva in fondo al campo e mette un cross basso all’indirizzo di Iemmello, che spinge il pallone in rete. Il match è molto intenso con tantissime giocate e duelli in mezzo al campo: dalla sua, il Catanzaro mette in seria difficoltà lo Spezia in fase di pressing fino ai limiti dell’area di rigore ligure, ma col passare dei minuti si abbassa e favorisce le iniziative dello Spezia: alla mezz’ora Verde riconquista il pallone e mette un cross preciso per Falcinelli che riesce ad anticipare il difensore ma gira troppo di testa e spedisce il pallone fuori dallo specchio.

Cinque minuti più tardi arriva il gol dei liguri: cross di Esposito sul secondo palo per Mateju che, aiutato da una brutta uscita di Fulignati, anticipa tutti e colpisce di testa, ma il pallone si stampa sul palo e sulla ribattuta il primo ad arrivare è Jagiello che appoggia in rete. Sull’onda dell’entusiasmo lo Spezia si riversa in avanti e sfiora nuovamente per due volte con Verde. Nel finale pericoloso il Catanzaro: cross in mezzo di Vandeputte per Biasci che lasciato completamente solo colpisce di testa ma Zoet ci mette i guanti e respinge, sulla ribattuta arriva Iemmello che clamorosamente non riesce a spingere la palla in porta. L’inizio della ripresa ricalca la fine del primo, con lo Spezia all’attacco e vicino al gol con Falcinelli e Jagiello, sulla cui conclusione il portiere Fulignati si supera. Catanzaro che non sta a guardare e va di nuovo vicino al gol con Iemmello che conclude a rete dal limite sfiorando il palo. Nel finale la gara diventa più equilibrata e nonostante i cambi il risultato non cambia.

(foto in evidenza tratta dal profilo Facebook dell’Us Catanzaro)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La protesta è lanciata da CGIL, CISL e UIL e si terrà in contemporanea nelle province di Reggio, Cosenza e Crotone
La rappresentanza femminile in Parlamento è diminuita e c'è ancora incitamento all'odio contro le donne, le ragazze Lgbtq+ e i disabili sui media
La presidente dell’Ong “Bon’t worry” sull’episodio di violenza: “Casa di cura pagata dal servizio sanitario, nessuno l’ha ancora ascoltata”
Hanno partecipato all’incontro alla Cittadella operatori del territorio e players nazionali ed internazionali del segmento
A comprarla, al termine di una trattativa riservata, è stato l'economista Gianni Profita, rettore di un’università internazionale a Roma
Per la giustizia, la paziente, "se fosse stata assistita in una struttura ‘pulita’, sarebbe stata esposta solo ai rischi legati alla sua cardiopatia"
Nella seconda metà di febbraio tempo instabile e movimentato, con rischio di fenomeni intensi anche a carattere temporalesco
Tra le attrazioni, la sfilata delle mascherine, musica, performance, il raduno dei giganti e il carro allegorico
La droga era nascosta in uno spazio ad uso comune dei detenuti e presso una camera detentiva dell’Istituto
Arrivano le triennali in “Scienze e tecnologie per le attività motorie e sportive”, “Ingegneria biomedica” e la magistrale in “Lingue, traduzione e comunicazione internazionale”
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved