Igiene pubblica ancora al centro di una serie di iniziative di cui dà notizia l’assessore al ramo, Aldo Casalinuovo. Da lunedì mattina, le principali strade saranno oggetto di lavaggio completo con autobotte su tutto il territorio comunale. Il lavoro di igienizzazione andrà avanti fino alla fine di agosto e verrà svolto nei primi tre giorni della settimana. L’itinerario dei mezzi di pulizia muoverà dai quartieri nord (Sant’Elia, Pontegrande, Pontepiccolo) per coprire successivamente tutti gli altri fino a quello marinaro di Lido. In più, ogni giovedì, con turno lavorativo di sei ore, gli operatori muniti di lancia a pressione, provvederanno al lavaggio dei vicoli e delle vie più strette del centro storico. Proprio a questo scopo, la Sieco, su richiesta dell’Amministrazione Comunale, si è dotata anche dell’attrezzatura necessaria a raggiungere i punti più difficili non direttamente accessibili all’idropulitrice.

Sul fronte rifiuti, la raccolta di quelli abbandonati sarà effettuata due volte a settimana (il martedì e il giovedì) e non già una volta sola per come  avvenuto finora. Inoltre, saranno installate sei telecamere (le cosiddette fototrappole), già in possesso dell’Amministrazione, che verranno posizionate in alcuni punti della città dove maggiormente si verificano gli “abbandoni” di rifiuti ad opera di cittadini evidentemente poco avvezzi alle regole del comune vivere civile. Il Nucleo Ambientale della Polizia municipale e la SIECO stanno già predisponendo una mappatura delle aree maggiormente interessate dal fenomeno e nel giro di qualche giorno le fototrappole cominceranno a rendere difficile la vita a chi pensa di liberarsi dai rifiuti con decisamente troppa disinvoltura.

“Con il sindaco Fiorita abbiamo assunto l’impegno di tenere alta la guardia sui temi dell’ambiente e in particolare su igiene e rifiuti e mi pare che lo stiamo mantenendo – ha commentato Casalinuovo. Soprattutto, lo stiamo facendo con la continuità che la Città si aspettava per vedersi restituita quella dimensione di normalità che sembrava smarrita fino a diventare una vera e propria questione di dignità urbana. C’è molto lavoro da fare – ha concluso l’assessore. Ne siamo consapevoli ma abbiamo la determinazione e la serenità necessarie a farlo”.