Calabria7

Il calabrese Francesco Rattà al vertice della Squadra Mobile di Roma

E’ calabrese il nuovo capo della Squadra Mobile di Roma. Si tratta di Francesco Rattà, 52 anni, in Polizia dal 1989 e fino a qualche settimana fa al vertice della Mobile di Reggio Calabria. Quello di oggi è stato il giorno della presentazione ufficiale ma già dallo scorso uno settembre Rattà è in servizio nella Capitale dove prende il posto di Luigi Silipo, promosso alla qualifica di Dirigente superiore e assegnato al Servizio Centrale di Polizia Criminale al Viminale.

Da Reggio Calabria a Roma

“Sono il terzo dirigente che proviene dalla Calabria, dopo il dottor Cortese e Silipo, non credo sia questo il motivo per cui sono qui. Abbiamo accumulato esperienza lì, altri in Regioni diverse”, ha sottolineato Rattà. “Le priorità – ha aggiunto – le individueremo di volta in volta. Sicuramente il contrasto alla criminalità organizzata da un lato e quelle alla criminalità predatoria dall’altro sono al centro del nostro interesse. Vorrei ringraziare il capo della Polizia e il procuratore di Roma, Michele Prestipino che conosco dai tempi della Calabria”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Acqua: arsenico a Montebello Jonico, Sorical costruirà impianto

Carmen Mirarchi

Il sindaco di Catanzaro vieta l’accesso alla pineta di Giovino per la giornata di Ferragosto

Antonio Battaglia

Una manager di origini calabresi alla guida del Gruppo Volkswagen

Mimmo Famularo
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content