Calabria7

Il cane “disturba” le pecore e il pastore lo uccide a colpi di fucile

Dolianova cane

Accusato di avere ucciso un cane con un colpo di fucile, un allevatore di 26 anni è stato denunciato a Dolianova. La padrona dell’animale, 57enne titolare di un agriturismo, ha raccontato ai Carabinieri come il cane sia stato freddato sotto i suoi occhi. Il labrador, questa la razza del cane, è stato assassinato dal pastore che “probabilmente” lo riteneva responsabile di avere disturbato le sue pecore.

La ricostruzione

L’imprenditrice stava facendo una passeggiata con il suo cane a Serdiana (in Sardegna) quando ha visto, ad una distanza di circa 600 metri, il pastore scendere della sua auto, imbracciare il fucile e sparare contro l’animale. Con l’aiuto del padre, il giovane ha poi caricato la carcassa dell’animale nel bagagliaio della macchina e si è allontanato. I Carabinieri hanno raccolto elementi, attraverso perquisizioni domiciliari e sull’auto dell’allevatore, che hanno confermato la versione della denunciante. È emerso, inoltre, come il 26enne detenesse munizioni di calibro non corrispondente a nessuna delle armi detenute legalmente. In particolare, gli sono state sequestrate 37 cartucce 9×21 e 15 cartucce a pallini calibro 16 per fucile. (Foto d’archivio)

© Riproduzione riservata.
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content