Il caro bollette mette in ginocchio anche le chiese, il vescovo: “Aiutare chi ha bisogno”

L'allarme, secondo il vescovo, è che "con l'inverno alle porte le nostre chiese e i nostri istituti ecclesiastici rischiano seriamente di restare al freddo"
bollette chiese

Il caro bollette mette in ginocchio anche le parrocchie e le varie strutture religiose chiamate a pagare fatture fino a decine di migliaia di euro.

“Con l’inverno alle porte le nostre chiese e i nostri istituti ecclesiastici rischiano seriamente di restare al freddo, ma più in generale preoccupa la situazione che nel suo complesso sta colpendo famiglie e imprese”: dice mons. Renato Boccardo, vescovo di Spoleto-Norcia e presidente della Conferenza episcopale umbra. “Il caro gas e luce è un problema serio che chiede di essere affrontato con grande responsabilità da parte di tutti, a iniziare da chi è chiamato a guidare il Paese”, sottolinea Boccardo. “Per l’ormai prossimo governo – aggiunge il vescovo – il tema del caro energia dovrà essere la priorità immediata”.

“Con l’inverno alle porte le nostre chiese e i nostri istituti ecclesiastici rischiano seriamente di restare al freddo, ma più in generale preoccupa la situazione che nel suo complesso sta colpendo famiglie e imprese”: dice mons. Renato Boccardo, vescovo di Spoleto-Norcia e presidente della Conferenza episcopale umbra. “Il caro gas e luce è un problema serio che chiede di essere affrontato con grande responsabilità da parte di tutti, a iniziare da chi è chiamato a guidare il Paese”, sottolinea Boccardo. “Per l’ormai prossimo governo – aggiunge il vescovo – il tema del caro energia dovrà essere la priorità immediata”.

A vivere sulla propria pelle di prete le difficoltà dettate dai rincari energetici, scrive l’ANSA, è anche don Giovanni Zampa, parroco della chiesa di San Paolo Apostolo a Foligno, meglio nota come il “cubo” e progettata dall’archistar Massimiliano Fuksas. “Il tema del riscaldamento delle strutture ecclesiastiche è sui tavoli da qualche anno, adesso la situazione si è esasperata e siamo chiamati a individuare quali sono le priorità e di cosa possiamo fare a meno”, spiega il sacerdote.

“Inevitabilmente le temperature dentro le nostre chiese non potranno essere più le stesse degli anni passati, ma potrebbe essere anche un bene per l’ambiente e per ritrovare una nuova povertà evangelica”, sottolinea don Zampa. “Parliamoci chiaramente, le risorse economiche sono sempre meno – aggiunge – e quindi vanno indirizzate dove c’è più bisogno. Penso che stare un’ora in chiesa con qualche grado in meno sia sopportabile, basta vestirsi un po’ di più”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
I Vigili del Fuoco lo hanno estratto dalle lamiere insieme ad un altro giovane di venti anni che viaggiava con lui
Alessandro Besentini e Francesco Villa si sono distinti per la capacità di intrattenere gli spettatori con alcuni sketches conosciuti in forma ridotta nei loro programmi tv
La Perla del Tirreno si converte alle vacanze di lusso. Lo scorso anno si sono registrate 500mila presenze e, solo dalla tassa di soggiorno, il Comune ha incassato un milione e 150 mila euro
Fine settimana contrassegnato dall'anticiclone africano soprattutto nelle regioni meridionali
"Difendiamo il prodotto italiano" è lo slogan della mobilitazione degli agricoltori
Tra i rifiuti bruciati c'era anche della plastica, i cui fumi inalati rischiano di provocare un avvelenamento da sostanze chimiche tossiche e danni alla trachea, alle vie respiratorie e ai polmoni
È il modello che viene utilizzato per il versamento di tributi, contributi e premi e permette, nella stessa operazione, anche la compensazione di eventuali crediti
In genere avviene dopo 10 anni, ma ci sono anche casi in cui interviene prima: in quali casi succede
Da gennaio 2024 sono stati confermati 5 cinque casi nella stessa regione
L'Intervista
Lo scenario prefigurato dal docente Unical che estende il problema a tutto il Paese: "Lo Stato rischia di fallire"
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved