Calabria7

Il caso di Sergio, disabile sotto sfratto che invoca un tetto

di Nico De Luca – Il signore che ci ha mandato la sua foto si chiama Sergio Laloe, ha 66 anni e dopo la separazione dalla moglie vive a Ricadi, in provincia di Vibo Valentia.

Si rivolge ai media ed ha scritto a Calabria7 come una delle ultime possibilità.

Domani, mercoledì 23, sarà sfrattato dalla sua abitazione del piccolo centro vibonese. Prima abitava a Drapia con la famiglia; poi ha preso questa casa in  affitto. Ma c’è stata un’altra tegola: la perdita del lavoro come guardiano in un resort della costa.

Sergio ha cercato di onorare i suoi doveri di affittuario, però ora la pensione di invalidità gli basta a malapena per cibo e medicine.

Qualche giorno fa l’Enel gli ha staccato la luce per morosità. Ed anche di giorno la sua casa è al buio: nella zona proliferano le zanzare e tenere chiuse le serrande è l’unica contromisura per evitare le loro invasioni fastidiose e dolorose.

Ha chiesto aiuto alle istituzioni ma senza esito. L’unica che gli ha promesso un aiuto è la sindaca di Ricadi: ma c’è bisogno di trovare un tetto provvisorio, fare il cambio di residenza prima di poter ricevere una stanza in cui dormire.

Al momento nessuno sembra in grado di aiutarlo. Ma la Chiesa, le altre istituzioni posso e devono dargli una mano.

Per questo Sergio si è rivolto alla nostra testata autorizzandoci a divulgare un numero di cellulare cui chiamare per offrirgli un tetto – per un breve periodo – dignitoso e soprattutto fondamentale a non trovarsi – da domani 23 ottobre – giorno e notte in mezzo alla strada.

PER AIUTARE SERGIO LALOE TELEFONARE AL 3476460646

redazione Calabria7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Imponimento, nuovo Riesame per Vincenzo Barba

Damiana Riverso

Torvaianica, Maria uccisa da coltellata: si rafforza ipotesi omicidio-suicidio

Mirko

Incendia un appartamento nel Cosentino, arrestato un 38enne

Alessandro De Padova
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content