Calabria7

Il Catanzaro è più forte del Covid: Di Massimo e Baldassin piegano il Catania

di Antonio Battaglia – In cinque out per il virus un altro paio per infortuni. Servivano tre punti per dimostrare che la squadra non si fa intimidire dall’emergenza, per proseguire la striscia di risultati utili, per rinsaldare in maniera decisiva il quarto posto e lanciare un segnale a Bari e Avellino. E’ un lunch match dolcissimo per il Catanzaro, che batte un buon Catania e conquista una vittoria pesantissima per morale e classifica. 2-0 il risultato finale di una gara ostica, equilibrato per 75 minuti di gioco con l’inerzia che si è poi spostata in favore dei giallorossi dopo la meritata rete di Di Massimo. Un successo emblematico della caparbietà dei giallorossi, della forza di un gruppo che si prepara così a un finale di stagione tutto da scoprire.

Primo tempo

In avvio di match le due squadre si fronteggiano in una intensa fase di studio, ma è il Catanzaro a gestire il possesso palla senza tuttavia riuscire a impensierire l’attenta difesa ospite. Con il passare dei minuti, gli etnei escono fuori e prendono le redini del centrocampo ma le occasioni da gol latitano. Al 15’ Calapi devia di testa il cross di Russotto, ma il pallone termina a lato. La reazione giallorossa arriva cinque minuti dopo con Di Massimo che, servito da Baldassin, conclude in diagonale trovando l’intervento facile di Martinez. 

Il Catania agisce prevalentemente sulle fasce, specie sul settore di destra ma non gestisce bene il possesso, mentre i padroni di casa giocano esclusivamente di rimessa e il match entra in una fase concitata. Alla mezzora squillo giallorosso con una conclusione di Baldassin dalla distanza che non inquadra lo specchio della porta. Pochi minuti dopo Russotto si crea lo spazio per andare al tiro a giro con il mancino concludendo però a lato della porta. La gara resta vibrante fino all’intervallo, ma le due squadre non trovano sbocchi negli ultimi metri. Al minuto 43 si segnala una bella iniziativa di Reginaldo, che dribbla ben due avversari e calcia a botta sicura venendo però murato dalla difesa.

Secondo tempo

Avvio di ripresa determinato da parte del Catania, che dopo tre minuti sfiora la rete con un bel calcio di punizione battuto da Maldonado. E’ la scossa decisiva per le Aquile, che prendono in mano il pallino del gioco e conducono un ininterrotto possesso palla costringendo il Catania a chiudersi ermeticamente nella propria metà campo. Il match è imbrigliato e Baldini opta per il primo doppio cambio: fuori Rosaia e Reginaldo, entrano Izco e Golfo. Lo squillo arriva però dalle file del Catanzaro con Curiale, bravo a recuperare il pallone e concludere con il destro dal limite chiamando Martinez all’intervento. 

Al 75’, ecco l’attesissima svolta del match: lancio dalle retrovie da parte di Martinelli, pallone per Di Massimo che prende il tempo al difensore e supera il portiere avversario con un tocco morbido ravvicinato. Villa opta subito per l’ingresso di Evacuo in luogo di Curiale e dopo una manciata di secondi il bomber ex Trapani si rende pericoloso con una conclusione di sinistro che viene leggermente deviata da un difensore. Baldini manda in campo anche Albertini e Manneh, ma a trovare il gol è ancora la squadra di casa: Baldassin riceve il pallone da Evacuo e fulmina Martinez con un diagonale destro. Inutili nel finale i tentativi disperati dei rossazzurri, che tornano a casa con un ko pesantissimo.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Vaccini anti-Covid, arrivate altre 6600 dosi AstraZeneca in Calabria

Giovanni Bevacqua

Sputo ad Alessandro Nesta, denunciato tifoso calabrese

manfredi

Report Arpacal sui rifiuti: ” In Calabria la differenziata sale a +46%”

Damiana Riverso
Click to Hide Advanced Floating Content