Calabria7

Il Catanzaro esce a testa altissima dalla Coppa Italia: al “Ferraris” passa 2-1 il Genoa

di Antonio Battaglia – A testa altissima, dopo una prova di grande cuore e determinazione. L’avventura in Coppa Italia del Catanzaro si interrompe al terzo turno eliminatorio. Nel magico teatro del “Ferraris”, il Genoa conquista la qualificazione al termine di un match molto sofferto e apertissimo fino all’ultimo istante. Le Aquile giallorosse, con piglio offensivo e mentalità da big, dimostrano anche in questa occasione di poter competere contro qualsiasi avversaria. Non basta il gol di Fazio nel finale per accedere ai tempi supplementari e tentare l’impresa storica, ma gli uomini di Calabro tornano in Calabria con una grande dose di soddisfazione in saccoccia.

Formazioni e scelte tattiche

Rolando Maran si affida al tandem offensivo Destro-Scamacca, mentre Parigini e Czyborra assistono ai lati la mediana composta da Parigini, Lerager e Radovanovic. In difesa si rivedono sia Biraschi che Criscito davanti a Marchetti.

Risponde il Catanzaro con un 3-5-2 che vede Riccardi, Martinelli e Pinna davanti a Di Gennaro. Fazio e Contessa agiscono ai lati della mediana composta da Baldassin, Risolo e Carlini, mentre in avanti Casoli assiste Di Massimo.

Primo tempo

Il Genoa inizia con grinta e, dopo cinque minuti, Masiello impensierisce la retroguardia avversaria con una conclusione insidiosa. Al 7’, arriva il vantaggio: Larigini premia l’inserimento di Lerager, che effettua un cross basso sul secondo palo dove c’è Scamacca abile a trafiggere Di Gennaro. La reazione giallorossa si materializza al minuto 14, quando Marchetti commette un erroraccio e regala il pallone a Baldassin, che conclude a botta sicura trovando l’intervento del portiere avversario. Il Genoa fa fatica a ripartire dal basso perché monitorato dal pressing costante della squadra avversaria. 

Al 19’, il Catanzaro rischia con un retropassaggio errato di Martinelli che per poco non tradisce il compagno Di Gennaro. Un minuto dopo, Risolo impegna Marchetti con una bella conclusione dalla distanza. Dopo la mezz’ora, il Catanzaro comincia ad affacciarsi insistentemente nella metà campo avversaria con determinazione e personalità. Il Genoa è scoperto a centrocampo e il Catanzaro ne approfitta con qualche contropiede insidioso. L’ultima chance della prima frazione capita a Casoli che lascia partire una potente conclusione dalla distanza che impegna Marchetti. 

Secondo tempo

Il tema tattico resta invariato nella ripresa: il Genoa gestisce il possesso palla e costruisce diverse scorribande offensive, ma trova qualche difficoltà al cospetto di un Catanzaro rapido in fase di contropiede. Calabro intuisce il momento e inserisce i pezzi da novanta: fuori Carlini e Di Massimo, dentro Evacuo e Corapi. Le Aquile, a questo punto, sfruttano la maggiore freschezza in campo e vanno vicine al gol in due occasioni: al 60’ Evacuo non sfrutta un flipper in area mancando l’aggancio col pallone, mentre dopo due minuti Contessa riceve il pallone dall’out mancino e sfodera una conclusione che viene prontamente respinta da Marchetti.

Maran inserisce Cassata e Melegoni e, dopo due minuti, sfiora il raddoppio con una conclusione in diagonale di Parigini che trova la respinta di Di Gennaro. Sul calcio d’angolo conseguente, Scamacca svetta più in alto di tutti e insacca alle spalle del portiere giallorosso. 

Il Catanzaro ci prova con generosità al 72’, quando Casoli prova un colpo di testa che si spegne sul fondo. I giallorossi rinforzano la mediana con gli ingressi di Verna e Altobelli oltre al reparto avanzato con Curiale, ma a sfiorare la rete è ancora il Genoa al minuto 73 con un bel tiro a giro. Nei minuti finali i tentativi giallorossi vengono neutralizzati dall’ottimo meccanismo difensivo messo in atto dai padroni di casa. 

All’84’, però, Fazio accende le speranze giallorosse: sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Curiale colpisce di testa e obbliga Marchetti al grande intervento, ma sulla ribattuta si avventa Fazio che accorcia le distanze. Nei minuti finali il Catanzaro spinge alla ricerca disperata del 2-2, ma il Genoa resiste e porta a casa la qualificazione.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Cooking Stories – Quarta puntata – Involtini di vitello in foglia di autunno

Matteo Brancati

Coronavirus, allarme rientrato a Taverna: negativi tutti i tamponi

Maurizio Santoro

Catanzaro, I Quartieri: Piazza Roma, i commercianti si ribellano

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content