Calabria7

Il Chievo domina ma Denis salva la Reggina nel finale: 1-1 al “Granillo”

reggina-chievo

di Antonio Battaglia – Minuto 89, la Reggina prova il disperato forcing finale ma gli spazi concessi dal Chievo sono pochi. Quando il match sembrava essere oramai indirizzato sui binari clivensi, ecco che il Tanque si tuffa sul pallone crossato da Lakicevic e regala un punto insperato ai suoi. Finisce 1-1 al “Granillo” tra Reggina e Chievo, dopo una partita ad appannaggio quasi esclusivo dei ragazzi di Aglietti rei di aver sprecato troppo dopo il vantaggio siglato da Djordjevic: tra tutti, incredibile il doppio palo di Canotto al minuto 77. Un punto pesante come un macigno per gli amaranto, che muovono così la classifica e affrontano la sosta con rinnovato ottimismo.

Primo tempo

In avvio di match è subito il Chievo a proporsi in avanti con un bolide dalla distanza di Garritano che chiama Nicolas all’intervento. Il Chievo fa girare il pallone e insiste alla ricerca del gol, ma viene frenato dal pressing alto amaranto. Al 14’ altra chance per gli ospiti con un calcio di punizione di Ciciretti che termina di poco alto sopra la traversa. L’occasione più ghiotta capita, però, al 26’ con una conclusione di Canotto che centra il palo: sul prosieguo, Djordjevic spreca calciando alto da buona posizione. Il terreno pesante limita le giocate delle due squadre, che si affrontano prettamente sulla mediana. 

Al 37’ è ancora Canotto a sfiorare il gol con una conclusione che fa il filo al palo, mentre cinque minuti più tardi Nicolas viene chiamato all’intervento sull’ottima punizione di Ciciretti. Nel finale i ritmi calano vistosamente e il match non regala particolari emozioni.

Secondo tempo

In avvio di ripresa, Baroni manda in campo Okwonkwo e Bellomo, ma dopo due minuti il Chievo trova il vantaggio: filtrante di Garritano, Djordjevic con un controllo a seguire disorienta Dalle Mura e piazza il destro alle spalle di Nicolas. Sull’onda dell’entusiasmo, il Chievo continua a macinare gioco nella metà campo avversaria e al 58′ si rende pericoloso con un bolide da fuori area di Ciciretti che chiama Nicolas all’intervento.La reazione amaranto arriva al 60′ con un diagonale di Bellomo che obbliga Semper agli straordinari, ma i padroni di casa fanno fatica e Baroni decide di inserire Micovschi al posto di Crimi.

Il collega ospite risponde con gli ingressi di Zuelli e Cotali e il Chievo continua a controllare senza patemi il match. La Reggina, dal canto suo, inizia a reagire affidandosi a qualche iniziativa individuale per cercare il pari, ma i clivensi restano compatti. Al 77′ i ragazzi di Aglietti hanno la chance di chiudere il match con Canotto, servito in area da Palmiero, ma il pallone si infrange su due legni. Nel finale gli amaranto provano il disperato forcing nella metà campo avversaria, senza tuttavia trovare grossi sbocchi. Quando il match sembrava essere indirizzato sui binari della vittoria gialloblù, ecco che Denis (entrato al minuto 72) regala la gioia agli amaranto con un preciso colpo di testa su cross di Lakicevic. I minuti di recupero sono due e le speranze degli ospiti di riacciuffare il vantaggio si rivelano inutili.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Regionali e inchieste, De Caprio: “I partiti non hanno strumenti per contrastare infiltrazioni” (VIDEO)

bruno mirante

Sequestrati al mercato di Reggio Calabria abbigliamento e generi alimentari

Damiana Riverso

Angotti: nuovi importanti risultati per il calcio a 5 catanzarese

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content