Calabria7

Il Cosenza va a Pisa per raccogliere un risultato scacciacrisi

di Antonio Battaglia – Esordiamo così: il Cosenza è la squadra che in tutta la Serie B fa registrare il minor numero di vittorie. Solo due i successi, avete capito bene.

Lo sanno i tifosi, lo sanno ancora meglio gli stessi addetti ai lavori: di questo passo, addio ai sogni di gloria. Adagiarsi sull’alibi del passato simile, culminato con l’entusiasmante salvezza, è davvero un peccato imperdonabile: lo dimostra, a scanso di equivoci, una ormai consolidata media da retrocessione.

La difesa non dà più certezze, mentre il centrocampo non fa filtro e non riesce a manovrare con ordine. Unica nota lieta, se proprio vogliamo esser pignoli, è l’attacco, interamente sulle spalle di un Rivière destinato ad altri palcoscenici. La classifica parla chiaramente: terzultima posizione, a ben cinque lunghezze dal Venezia.

Prima della lunga sosta, il Cosenza avrà a disposizione un trittico di gare condensato in soli sette giorni. E’ l’occasione per la definitiva sterzata, vietati altri fallimenti: servono almeno sei punti per arrivare al 2020 con un mezzo sorriso. Pisa, Empoli e Juve Stabia: non proprio cenerentole del campionato, vero, ma con convinzione e coraggio qualsiasi ostacolo appare superabile.

Focus sull’avversario di domani. La formazione di D’Angelo ha raccolto un ottimo bottino di 10 punti nelle ultime cinque gare, frutto di tre vittorie, un pareggio e una sconfitta. Una compagine dalla grande qualità, potenzialmente ad un passo dalla zona play-off: solo due, infatti, le lunghezze che la separano dall’Entella ottavo.

Starà al Cosenza opporsi con cattiveria e coraggio, cercando di limare quelle distrazioni in fase difensiva che hanno portato a subire ben sette reti nelle ultime tre uscite esterne. Numeri da dimenticare, per un prosieguo di stagione più consono alle aspettative del pubblico silano.

Capitolo formazione. Davanti a Perina, attesa la difesa a tre con Legittimo, Capela Schiavi. A centrocampo, Broh e Bruccini dovrebbero essere affiancati sugli esterni da Corsi e D’Orazio, mentre in avanti spazio al tridente Machach-Rivière-Bàez.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Auto in fiamme, disagi sulla strada statale 107 nel Cosentino

Matteo Brancati

Regione, fra 7 giorni si (ri)parte. E se ci fossero jolly nelle carte di Jole?

Danilo Colacino

Bisognano, stanziati fondi per chiesa di Sant’Umile

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content