Il Cosenza va a Trapani per cercare continuità: vittoria imprescindibile

di Antonio Battaglia – Si è arrivati ad un punto della stagione in cui non esistono più alibi. Lo sa bene il Cosenza, che ha finalmente liberato la casella delle vittorie casalinghe dall’ingombrante segno zero.

Annichilire dal primo istante di gioco una Cremonese assetata di riscatto e piena di nomi altisonanti, chiudendo la contesa nei primi undici minuti, è un segnale a chiare lettere indirizzato alle dirette concorrenti per la salvezza. I Lupi sono finalmente usciti dalla loro tana e non esiteranno a battagliare contro qualsiasi avversaria, l’intero campionato cadetto è ora avvisato.

Annichilire dal primo istante di gioco una Cremonese assetata di riscatto e piena di nomi altisonanti, chiudendo la contesa nei primi undici minuti, è un segnale a chiare lettere indirizzato alle dirette concorrenti per la salvezza. I Lupi sono finalmente usciti dalla loro tana e non esiteranno a battagliare contro qualsiasi avversaria, l’intero campionato cadetto è ora avvisato.

Archiviata la soddisfazione per il secondo successo in campionato, è però giunto il momento di di levarsi dalle sabbie mobili della classifica. La sfida in programma domani a Trapani può definirsi a tutti gli effetti uno scontro salvezza: la squadra di Baldini, infatti, ricopre l’ultima posizione a quota sei punti, sole cinque lunghezze in meno dei silani. A supportare l’impresa rossoblu potrebbe essere, inoltre, il pessimo rendimento dei siciliani tra le mura amiche: due pareggi e tre sconfitte, il misero bottino raccolto finora.

Dopo la gara del “Provinciale” e la sosta, il Cosenza affronterà l’Ascoli in trasferta e successivamente lo Spezia nel tempio “Marulla”. Tre incontri chiave per il futuro dei rossoblu, animati dalla stessa fame di risultati che lo scorso anno portò ad una cavalcata incredibile. Ripetere la prestazione di lunedì scorso, sull’onda dell’entusiasmo: questo l’obiettivo fermo dei Lupi, che attualmente non sono mai riusciti a vincere due gare di fila.

Sul capitolo formazione pochi dubbi. Braglia confermerà in blocco l’undici sceso in campo contro la Cremonese, facendo fede al noto motto “squadra che vince, non si cambia”: l’unico dubbio permane in attacco, con Carretta e Pierini che si giocano una maglia per far compagnia a Bàez e Rivière.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Depositata la richiesta firmata dal gruppo consiliare del Pd e dai capigruppo del Movimento Cinquestelle e del Misto
Il format, con la presenza di alcuni protagonisti della salute, della sanità e dello sport, prevede  due panel dal 24 al 29 maggio
Il ricordo dell'ufficiale dei carabinieri, tra i pochi di cui il giudice si fidava: "In macchina avrei potuto esserci anche io se non fossi tornato prima in Sicilia"
E' accusato di tentata estorsione: avrebbe anche rovesciato una bottiglia di benzina sulla madre minacciandola di darle fuoco
Era stata presentata dalla Direzione distrettuale antimafia. Non si ripartirà da zero: dichiarati efficaci tutti gli atti compiuti finora
Attivo nel settore del commercio all’ingrosso di prodotti alimentari, il profilo criminale emerso nelle operazioni “Il Padrino” e “Gotha”
rinascita scott
La Corte d'assise di Catanzaro ricostruisce uno dei più efferati fatti di sangue commessi nel Vibonese dalla 'ndrangheta. Decisiva anche un'intercettazione
LA SENTENZA
La Corte di appello di Catanzaro ha riformato la sentenza di primo grado nei confronti dell'imputato accusato di maltrattamenti e lesioni
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved