Calabria7

Il Distretto di Catanzaro è il migliore d’Italia ai tempi del Covid

Il distretto della Corte d’Appello di Catanzaro è stato giudicato dal ministero della Giustizia il migliore di tutta Italia nei mesi scorsi e in periodo di Covid. Secondo i dati raccolti dal dicastero, infatti, il distretto di Catanzaro ha eliminato il 110% dei procedimenti, il 35% in più della media nazionale viso che tutte le altre Corti d’Appello e tribunali hanno eliminato il 75% dei procedimenti. Un dato che diventa ancora più significativo se si tiene conto delle scoperture di organico, magistrati e amministrativi, e dell’attività svolta soprattutto dalla Procura e dall’Ufficio Gip. Questo dato diventa ancora più rilevante se letto in riferimento a maxi-processi come Rinascita-Scott, con oltre 400 imputati e un altissimo numero di avvocati. Analogo discorso vale per gli altri processi con centinaia di indagati o persone in regime di custodia cautelare.

Il presidente Introcaso, nel comunicare il riconoscimento ottenuto dal Distretto, ha espresso “riconoscenza per i risultati ottenuti a tutti i dirigenti dei sette Tribunali e Procure. Particolare riconoscenza è andata al procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri e al presidente del Tribunale del capoluogo Rodolfo Palermo, per la gestione dei numerosi maxiprocessi in corso”. È stato dato atto, inoltre all’avvocatura “dello spirito di collaborazione profuso, nel rigoroso rispetto dei ruoli, indispensabile nei momenti di criticità”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Il tragico incidente di Paola Turci sulla Salerno-Reggio Calabria

Carmen Mirarchi

Fase 2, in Chiesa distanze garantite da volontari: i dettagli

Matteo Brancati

“Decreto ristori”, oltre 3,5 milioni di euro alla Calabria per la didattica digitale

Mimmo Famularo
Click to Hide Advanced Floating Content