Calabria7

Il Guardasigilli Bonafede ai giovani: ”Bisogna tornare a esaltare la meritocrazia” [SERVIZIO TV]

di Danilo Colacino – Arriva a piedi il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede all’ingresso dell’Aula Magna dell’Unicz. Il corteo di auto blindate che lo ha condotto dall’aeroporto di Lamezia a Catanzaro – in località Germaneto, dov’è ubicata l’Umg – lo ha fatto scendere insieme a qualche uomo della scorta a poche centinaia di metri di distanza. Chissà, una decisione forse dovuta alla circostanza che ha viaggiato in compagnia del direttore de Ilfattoquotidiano Marco Travaglio il quale non nasconde le sue simpatie grilline. Ma al di là di tale supposizione, va subito detto – per amor di verità – che il Guardasigilli è molto cortese con i giornalisti, pur rinviando a una fase successiva le risposte alle loro pressanti domande. Stessa sorte tocca a una ‘irriducibile’ rappresentante dei cosiddetti tirocinanti della Giustizia, che sono in attesa di ricevere rassicurazioni su un definitivo inquadramento lavorativo. Aspettano insomma con ansia un contratto a tempo indeterminato queste decine e decine di giovani e meno giovani, donne e uomini, appesi al filo della precarietà. Ultima tappa, prima di raggiungere il tavolo dei relatori, un fugace saluto con il vecchio amico degli anni di studi, Nicola Fiorita, leader di Cambiavento. Subito dopo – accanto fra gli altri al direttore Travaglio, al procuratore nazionale Antimafia e Antiterrorismo Federico Cafiero de Raho, al capo della procura di Catanzaro Nicola Gratteri e all’ordinario e membro laico del Csm Fulvio Gigliotti (coordinatore dell’evento indetto dall’Ateneo del capoluogo) – interviene all’assemblea  in cui parla di ‘Decreto Spazzacorrotti’ e ‘Legge Anticorruzione’. Una lotta senza quartiere condotta contro “una pratica nefasta – ha affermato – il ministro Bonafede – che permette alla criminalità organizza di entrare nella p.a.”. Infine, però, si rivolge alla platea di studenti presenti, dicendogli: “Bisogna riconoscere, anzi, esaltare la meritocrazia, purtroppo fino a poco tempo fa sparita dai radar”. Oltre a quanto dichiarato dal membro del Governo, resterà però la sua disponibilità nel non ricorrere alle forze dell’ordine per mandar via chiunque lo avvicinasse.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Lazzaro, certificato pericolo per l’abitato (VIDEO)

Matteo Brancati

Incendio distrugge stalla nel Catanzarese, salvi animali

Matteo Brancati

Catanzaro, al Musmi la 16^ Giornata Nazionale del Giardino

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content