Calabria7

Il luogotenente La Bollita lascia la Stazione di Cropalati e va in pensione

L’Arma dei carabinieri e le comunità di Caloveto, Cropalati e Paludi hanno salutato il luogotenente Antonio La Bollita, sino a ieri comandante della Stazione carabinieri di Cropalati e che da oggi sarà posto in quiescenza per raggiunti limiti di età.

Quarant’anni di onorata carriera

Classe 1961, il sottufficiale ha potuto vantare nei quasi quarant’anni di onorata carriera militare una serie di prestigiosi incarichi, sempre di natura operativa e sempre a contatto con la gente ed al servizio del cittadino. Arruolato nelle fila dell’Arma nell’ottobre 1982 ed approdato quale Comandante di Stazione a Cropalati il 12 febbraio 1994, dopo aver prestato servizio in Sicilia, nella Locride ed a Rossano, si è sempre distinto per il forte attaccamento all’Istituzione e l’alto senso del dovere nei confronti dei cittadini che, senza ombra di dubbio, hanno visto nell’Ispettore una figura di riferimento equilibrata, disponibile ed autorevole.
Nei ventisette anni in cui è rimasto alla guida del Comando Stazione di Cropalati, svariate sono state le attività di polizia giudiziaria, con particolare attenzione al contrasto delle attività di spaccio di sostanze stupefacenti, condotte da lui e dai suoi collaboratori, che hanno permesso di mantenere sempre elevato il senso di sicurezza per le comunità.

I ringraziamenti delle comunità

Nel febbraio 2020, il Luogotenente La Bollita è stato insignito della Medaglia Mauriziana al merito di dieci lustri di carriera militare, importante riconoscimento concesso dal Presidente della Repubblica per il rilevante traguardo ottenuto di cinquanta anni di servizio e di comando. L’Arma dei Carabinieri ed i cittadini ringraziano il Luogotenente per il servizio prestato e per quanto fatto nei confronti delle comunità e gli porgono i migliori e più sentiti auguri.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus: Cosenza, festa San Francesco di Paola rinviata

Matteo Brancati

Trasporti in Calabria, l’assessore Talarico riceve i rappresentanti di categoria

Antonio Battaglia

Inchiesta “Rimpiazzo”: chiesto il processo per 57 persone, tra cui 2 finanzieri

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content