Il ministero della Salute emana guida sui rischi cardiaci, ma non cita gli effetti avversi da vaccino

"E’ talmente evidente e sottointeso questo riferimento ai vaccinati che non c’era bisogno di farlo"
Miocardite vaccino

La battaglia del leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, ha ottenuto un importante risultato. Il Ministero della Salute, così come aveva chiesto Diritti Civili ha emanato ieri una nuova guida sui rischi cardiaci, per riconoscere, prevenire e curare ictus ed emorragie. “Questa nuova guida è una nostra grande vittoria e una importante conquista civile – scrive Corbelli in una nota – . E’, insieme alla sospensione della vaccinazione, almeno per gli under 40, la strada giusta per fermare la strage delle morti improvvise, di giovani sani e vaccinati”. Grande soddisfazione e fiducia viene espressa dal leader di Diritti Civili che, insieme a La Verità, da oltre un anno, subito dopo le prime morti sospette, di medici, infermieri, insegnanti e militari, del marzo 2021, e i primi studi scientifici americani sui possibili rischi di miocardite e pericardite a seguito della vaccinazione, si batte per approfondire gli studi sul vaccino ai giovani (i più esposti) e per chiedere la sospensione della somministrazione del siero almeno agli under 40, “quelli più colpiti da questi gravi effetti avversi, molti dei quali purtroppo letali, e che invece non hanno problemi e conseguenze se contraggono il Covid”.

“Finalmente si va nella direzione giusta – continua Corbelli – . Non importa che il Ministero della Salute, nella nota, non abbia fatto alcun riferimento (è comprensibile dopo quello che sta succedendo in Italia, con centinaia di decessi fulminei e inspiegabili di giovani sani e vaccinati!) a questo tipo di rischi cardiaci dopo la vaccinazione, soprattutto nei più giovani, come dimostrato da numerosi e autorevoli studi scientifici. E’ talmente evidente e sottointeso questo riferimento ai vaccinati che non c’era bisogno di farlo”.

“Finalmente si va nella direzione giusta – continua Corbelli – . Non importa che il Ministero della Salute, nella nota, non abbia fatto alcun riferimento (è comprensibile dopo quello che sta succedendo in Italia, con centinaia di decessi fulminei e inspiegabili di giovani sani e vaccinati!) a questo tipo di rischi cardiaci dopo la vaccinazione, soprattutto nei più giovani, come dimostrato da numerosi e autorevoli studi scientifici. E’ talmente evidente e sottointeso questo riferimento ai vaccinati che non c’era bisogno di farlo”.

La nota di oggi del Ministero della Salute con, di fatto, la campagna informativa sui rischi cardiaci, ictus ed emorragie, è un primo importante passo. “Del resto era stata l’Aifa, un anno fa, come avevamo ricordato martedì su La Verità, a denunciare, con una nota ufficiale del 19 luglio 2021, questi rischi cardiaci, senza però fare poi più nulla. Adesso, come abbiamo detto e scritto, occorre annullare ogni obbligo, sospendere subito la vaccinazione, almeno per gli under 40, lasciare per tutti gli altri la libertà di scelta e valutare caso per caso il possibile rischio legato alla somministrazione del siero. Solo in questo modo si riuscirà a fermare questa strage delle morti improvvise che continua purtroppo in modo impressionante, soprattutto tra i giovani. Le cifre sono allarmanti. Negli ultimi due mesi e mezzo (da inizio aprile ad oggi) ci sono stati oltre 300 decessi fulminei e inspiegabili (di giovani e anche over 40). In questo mese di maggio sono già oltre 120 le morti improvvise. Bisogna fare presto. Una campagna informativa e preventiva martellante (come si è fatto per il vaccino) e la sospensione della vaccinazione per gli under 40. E’ questa la strada da seguire. Sono fiducioso che in questo modo si riuscirà ad interrompere questa catena maledetta delle morti improvvise e arrestare questa strage, che, come Diritti Civili e la Verità stanno denunciando da tempo, rappresenta oggi la vera, drammatica emergenza nazionale”, conclude Corbelli.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il leader di Azione a sostegno del candidato a sindaco di Vibo Francesco Muzzopappa, ex leghista con diversi leghisti in lista
Dopo mesi di minacce e vessazioni, la vittima resosi conto dell'inganno, ha sporto querela alla Polizia Postale
L'uomo, 66 anni, era caduto nel pomeriggio di ieri in una roggia ingrossata dalle piogge. Si registrano criticità nelle province del Veneto
La Corte d'appello di Catanzaro ha confermato quasi integralmente la sentenza di primo grado che riguarda anche agenti e mediatori culturali
Ora si attende di capire a chi sarà affidata la squadra in vista delle ultime due giornate di campionato contro Bologna e Monza
Solo poche settimane fa Di Mare aveva annunciato pubblicamente in televisione di essere gravemente malato a causa di un mesotelioma
Il professore ha ottenuto 64 preferenze su 72 voti validi. Resterà alla guida del DISPeS fino al 31 ottobre 2025
storie
Il cognome sembra francese ma egli era italianissimo, meglio: calabresissimo. E' infatti nato a Mongiana
Nell'ordinanza vergata dal gip distrettuale i ruoli del capo, dei partecipi e degli uomini di fiducia all'interno dell'associazione
L'invito per esercitare il diritto di voto reagendo alla tentazione della rassegnazione e dell'astensionismo"
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved