Calabria7

Il ministero della Salute emana guida sui rischi cardiaci, ma non cita gli effetti avversi da vaccino

Infarto proteina

La battaglia del leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, ha ottenuto un importante risultato. Il Ministero della Salute, così come aveva chiesto Diritti Civili ha emanato ieri una nuova guida sui rischi cardiaci, per riconoscere, prevenire e curare ictus ed emorragie. “Questa nuova guida è una nostra grande vittoria e una importante conquista civile – scrive Corbelli in una nota – . E’, insieme alla sospensione della vaccinazione, almeno per gli under 40, la strada giusta per fermare la strage delle morti improvvise, di giovani sani e vaccinati”. Grande soddisfazione e fiducia viene espressa dal leader di Diritti Civili che, insieme a La Verità, da oltre un anno, subito dopo le prime morti sospette, di medici, infermieri, insegnanti e militari, del marzo 2021, e i primi studi scientifici americani sui possibili rischi di miocardite e pericardite a seguito della vaccinazione, si batte per approfondire gli studi sul vaccino ai giovani (i più esposti) e per chiedere la sospensione della somministrazione del siero almeno agli under 40, “quelli più colpiti da questi gravi effetti avversi, molti dei quali purtroppo letali, e che invece non hanno problemi e conseguenze se contraggono il Covid”.

“Finalmente si va nella direzione giusta – continua Corbelli – . Non importa che il Ministero della Salute, nella nota, non abbia fatto alcun riferimento (è comprensibile dopo quello che sta succedendo in Italia, con centinaia di decessi fulminei e inspiegabili di giovani sani e vaccinati!) a questo tipo di rischi cardiaci dopo la vaccinazione, soprattutto nei più giovani, come dimostrato da numerosi e autorevoli studi scientifici. E’ talmente evidente e sottointeso questo riferimento ai vaccinati che non c’era bisogno di farlo”.

La nota di oggi del Ministero della Salute con, di fatto, la campagna informativa sui rischi cardiaci, ictus ed emorragie, è un primo importante passo. “Del resto era stata l’Aifa, un anno fa, come avevamo ricordato martedì su La Verità, a denunciare, con una nota ufficiale del 19 luglio 2021, questi rischi cardiaci, senza però fare poi più nulla. Adesso, come abbiamo detto e scritto, occorre annullare ogni obbligo, sospendere subito la vaccinazione, almeno per gli under 40, lasciare per tutti gli altri la libertà di scelta e valutare caso per caso il possibile rischio legato alla somministrazione del siero. Solo in questo modo si riuscirà a fermare questa strage delle morti improvvise che continua purtroppo in modo impressionante, soprattutto tra i giovani. Le cifre sono allarmanti. Negli ultimi due mesi e mezzo (da inizio aprile ad oggi) ci sono stati oltre 300 decessi fulminei e inspiegabili (di giovani e anche over 40). In questo mese di maggio sono già oltre 120 le morti improvvise. Bisogna fare presto. Una campagna informativa e preventiva martellante (come si è fatto per il vaccino) e la sospensione della vaccinazione per gli under 40. E’ questa la strada da seguire. Sono fiducioso che in questo modo si riuscirà ad interrompere questa catena maledetta delle morti improvvise e arrestare questa strage, che, come Diritti Civili e la Verità stanno denunciando da tempo, rappresenta oggi la vera, drammatica emergenza nazionale”, conclude Corbelli.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus in Italia, 24.099 nuovi casi: risale il rapporto tra positivi e tamponi

Giovanni Bevacqua

Picchia la moglie mentre guida e finisce contro il guardrail: arrestato

Incendio in una scuola di musica ad Alessandria, muore un’insegnante di violino

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content