Calabria7

Il ministro del Turismo sollecita gli imprenditori calabresi: “Puntate alla qualità”

A Cosenza il ministro del Turismo Garavaglia ha oggi incontrato le piccole e medie imprese rappresentate da Confapi Calabria. Filiera del turismo, potenziamento del settore, turismo di nicchia e internazionale, qualità dell’offerta e della domanda turistica, sono stati al centro del convegno tenuto questa mattina a Villa Rendano dal titolo: “Una nuova cultura turistica per il Mezzogiorno. Alla scoperta della Calabria”. Ad accogliere gli ospiti è stato il padrone di casa Franco Pellegrini che ha dichiarato: “L’intento di questo convegno è quello di mettere insieme tre competenze diverse: economica con l’associazione Guido Carli, la rappresentanza del sistema produttivo locale con Confapi Calabria e con la nostra Fondazione un contributo culturale e civile”.

Il ministro Garavaglia: “Puntate alla qualità”

“Abbiamo il patrimonio più bello del mondo, – ha affermato Il ministro Massimo Garavaglia nel corso dell’incontro – ma non basta. Dobbiamo tornare a correre più veloci degli altri. Lo chef in Calabria ha gli ingredienti, ma bisogna migliorare la ricetta. Per mettervi in gioco bisogna: allargare l’offerta nello spazio e nel tempo, la Calabria ha la fortuna di avere una stagione estiva più lunga. Serve tanto marketing e digitale per far conoscere anche i borghi. Dobbiamo diventare il paese più visitato al mondo. L’approccio deve essere di qualità totale: tutto deve essere di alto livello e su tutta la filiera”.

L’ambasciatrice del Libano: “Innamorata della Calabria”

Durante il convegno, per suggellare il patto di amicizia tra il Libano e la Calabria Mira Daher, ambasciatore del paese mediorientale, ha sottolineato le numerose affinità tra i paesi: “Mi sono innamorata della Calabria e dei calabresi. Calabria e Libano, due popoli con un solo cuore. L’italia e il Libano hanno un patrimonio in comune il Mediterraneo, abbiamo gli stessi valori e l’etica familiare, anche noi parliamo con i gesti, sappiamo accogliere i visitatori. Anche in Libano il turismo è il maggiore indicatore di benessere. Dobbiamo supportare turismo ed imprenditori ma solo lavorando insieme possiamo fare in modo che questo accada”. L’evento promosso da Confapi Calabria in collaborazione con l’Associazione Guido Carli e la Fondazione Attilio e Elena Giuliani, ha visto la partecipazione dei delegati al turismo di Confapi Calabria, guidati dal presidente, Francesco Napoli ed è stato moderato da Federico Carli.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Furto e commercio illegale di legname nel Cosentino: denunciato titolare ditta boschiva

bruno mirante

Disabile torturato per divertimento, 3 arresti nel Cosentino

Matteo Brancati

Regionali, affaire candidature simile al totonomi del calciomercato e pure…Rubbettino c’è

Danilo Colacino
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content