Il monito della Cgil sulla sanità calabrese: “C’è bisogno di una scossa”

Incontro a Lamezia con la segretaria generale della Fp Cgil Serena Sorrentino. "Calabria agli ultimi posti per i livelli essenziali di assistenza, è il momento della ricostruzione"
sanità calabria

“C’è bisogno di una scossa che veda tutte le forze sociali partecipare insieme alla Regione Calabria alla ricostruzione del sistema sanitario”. È questo il messaggio lanciato dalla Cgil Calabria, che oggi a Lamezia Terme (Catanzaro) ha organizzato un incontro dal titolo ‘Salute, lavoro, welfare’. All’incontro, promosso da Cgil Calabria, Fp Cgil, Filcams Cgil, e Spi Cgi, ha partecipato la segretaria generale della Fp Cgil, Serena Sorrentino.

Secondo la Cgil “è il momento della ricostruzione”

Secondo la Cgil “è il momento della ricostruzione”

“La Calabria – ha esordito Sorrentino – è agli ultimi posti per i livelli essenziali di assistenza raggiunti, e in questi anni di commissariamento gli effetti sul sistema sanitario si sono visti, soprattutto nel periodo della pandemia. Questo è il momento della ricostruzione, ci sono le risorse del Pnrr. Abbiamo l’emergenza personale, l’emergenza di dare risposte ai cittadini e al diritto di salute a partire proprio dalle regioni del Mezzogiorno e in Calabria in particolare. Chiediamo quindi alla Regione di aprire un confronto serrato con i sindacati perché c’è un’emergenza assunzionale, un’emergenza formazione dei professionisti, ci sono da riorganizzare il sistema territoriale e la rete di emergenza urgenza. I fatti di queste ore, anche di cronaca, ci dicono che non si può più morire di lavoro al lavoro”.

“Serve una scossa”

Secondo Sorrentino “c’è bisogno quindi di un intervento, e c’è bisogno di una scossa che veda tutte le forze sociali partecipare insieme alla Regione Calabria alla ricostruzione del sistema sanitario. Siamo pronti a misurarci sulle proposte. Quello che per noi va evitato – ha sostenuto la segretaria nazionale della Fp Cgil – è la privatizzazione del sistema sanitario, soprattutto nelle regioni in cui la qualità va garantita dal pubblico. Per adesso dal commissario Occhiuto molti annunci e poca concretezza”.

Sposato: “Sanità continui a restare pubblica”

A sua volta, il segretario generale della Cgil Calabria, Angelo Sposato, ha evidenziato: “Oggi incontriamo i lavoratori e le lavoratici della sanità per far capire alla politica e alle istituzioni il disagio che si prova nel fare salute in Calabria. Poi lanciamo le questioni il sistema territoriale, l’emergenza urgenza, un piano operativo vece ancora non c’è, il tema del personale: e oggi all’interno della vertenza Calabria ribadiamo ancora una volta la necessità dello sblocco delle assunzioni nella sanità, perché c’è bisogno di accelerare nei concorsi e nelle stabilizzazioni. La sanità – ha infine osservato il segretario della Cgil regionale – deve continuare a restare pubblica, perché noi avvertiamo il pericolo che il sistema calabrese si pieghi alla sanità privata e quindi bisogna anche rivedere gli accreditamenti nella sanità privata e accelerare in favore del pubblico”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il sindaco Antonio Landro denuncia l'accaduto e condanna l'episodio di violenza a nome dell'amministrazione comunale
Tutti bocciati e selezioni da rifare. Per uno stipendio da 19mila euro l'anno si sono presentati in 30, ma nessuno ha superato la prova scritta
Il cane, appartenente alla sua famiglia, ha morso la piccola alla testa, alle braccia e ai glutei. Le sono stati applicati oltre 30 punti di sutura
Unico evento pubblico di Carnevale a Catanzaro, era inizialmente previsto per l'11 febbraio ma è stato rinviato a causa del cattivo tempo
La delegazione dei manifestanti ha portato al Vaticano la mucca Ercolina e un trattore da dare in dono al Pontefice
I vigili del fuoco sono al lavoro ininterrottamente. Annunziato lo sciopero nazionale di due ore indetto da Cgil e Uil per le morti sul lavoro
I malviventi hanno messo fuori uso le telecamere per rubare il patrimonio pubblico, provocando un danno di 80 mila euro
L'azzurro ha battuto in finale Alex De Minaur. Sarà il primo italiano a spingersi così in alto da quando esiste il ranking computerizzato nel tennis maschile
La presenza dell'arcivescovo al convegno "No all’autonomia differenziata, Si all’Italia unita dei Comuni” non è piaciuto al partito di Salvini
Il volontario 41enne regala sorrisi ai piccoli pazienti oncologici. Ha ricevuto la benedizione del Pontefice per lettera, ma lo vuole vedere di persona
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved