la lettera

Il nonno di un bimbo autistico di Cirò Marina contro Vannacci: “Mi sento offeso dal suo lucido delirio”

“Deve sapere, generale Vannacci, che nel ghettizzare l'alunno diversamente abile in classi differenziali si violano le leggi dello Stato"
preside sospeso

“Generale Vannacci, sono il nonno di un bambino autistico e da italiano e da nonno mi sento offeso dal suo lucido delirio nazista e dalla sua ignoranza, che solo i mediocri possono tollerare. La sua folle idea di “ritornare” alle classi differenziali denuncia una sua grave ignoranza non solo dal punto di vista normativo ma soprattutto “umano”. Generale, lei “indossa” uno dei gradi più alti della gerarchia militare italiana, per cui da lei l’Italia si aspettava solo uscite pubbliche responsabili e mature e non elucubrazioni mentali, forse solo condivisibili dal suo capo”. E’ la lettera accorata di Francesco Ruggero, di Cirò Marina, che non ci sta alle discriminazioni “sulle scuole separate per disabili” portate avanti da Roberto Vannacci, candidato con la Lega alle Europee.

Violazione delle leggi dello Stato

Violazione delle leggi dello Stato


“Deve sapere, generale Vannacci, che nel ghettizzare l’alunno diversamente abile in classi differenziali si violano le leggi dello Stato, in quanto le stesse, istituite nel 1962, sono state di fatto abolite con legge 517/77. Generale, legga non solo le forti lagnanze sollevate contro la sua delirante posizione, dalla CEI, dall’Unicef, dal mondo delle Associazioni e dalle genti comuni, ma anche e soprattutto il punto di vista della Scuola, che vive ed abita la problematica dei diversamente abili. Generale Vannacci legga attentamente quanto scrive la Scuola sulla materia dei nostri figli; faccia leggere e imparare lo scritto al suo Salvini, che finalmente potrà, insieme a lei, riferire in modo competente e responsabile. Un consiglio, Generale, non si candidi : se lei malaguratamente dovesse essere eletto, con la sua presenza tra gli scranni europei squalificherebbe la mia Italia”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved