Il padre ha un infarto, la figlia 11enne lancia l’allarme e lo salva

Le grida disperate della piccola hanno allertato i condomini e i residenti della zona
infarto

Salvo grazie all’Sos lanciato in strada dalla figlia di 11 anni e al pronto intervento dei vicini di casa. È la storia di un uomo di 47 anni colpito da arresto cardiaco a Casteldebole, prima periferia di Bologna, condivisa oggi all’ospedale Maggiore in occasione della conferenza stampa di presentazione dell’edizione bolognese di “Viva!”, la settimana di sensibilizzazione per la rianimazione cardiopolmonare.

La storia, a lieto fine, è quella di Giuseppe Daniele Fortunato, originario di Agrigento. Lo scorso 5 ottobre il 47enne si trovava a casa quando, dopo cena, si è sentito male, mentre la moglie Daniela e la figlia si stavano preparando per la notte. La donna e la bambina, riporta l’ANSA, lo hanno trovato steso sul divano, tremante e irrigidito. La moglie ha allertato il 118, alle 22.27, e nel frattempo ha mandato la figlia a chiedere aiuto ai vicini.

La storia, a lieto fine, è quella di Giuseppe Daniele Fortunato, originario di Agrigento. Lo scorso 5 ottobre il 47enne si trovava a casa quando, dopo cena, si è sentito male, mentre la moglie Daniela e la figlia si stavano preparando per la notte. La donna e la bambina, riporta l’ANSA, lo hanno trovato steso sul divano, tremante e irrigidito. La moglie ha allertato il 118, alle 22.27, e nel frattempo ha mandato la figlia a chiedere aiuto ai vicini.

Le grida della piccola che ha allertato i residenti della zona

Le grida disperate della piccola hanno allertato i condomini e i residenti della zona. Sono accorsi in due, Pasquale e Andrea. Seguendo le indicazioni dell’operatore sanitario in contatto telefonico, Andrea ha eseguito la rianimazione cardiopolmonare per 9 minuti, fino all’arrivo dell’auto-medica del 118. Con il supporto del defibrillatore, i soccorritori sono riusciti a far ripartire il cuore di Giuseppe, che è poi stato trasferito in Cardiologia all’ospedale Maggiore di Bologna. Ora sta bene, è ancora ricoverato in reparto, per accertare le cause dell’arresto cardiaco.

Nei corridoi di cardiologia il signor Fortunato oggi ha potuto riabbracciare, con commozione e gratitudine, il suo vicino di casa Andrea: “Il coraggio della bimba che è venuta in strada a chiedere aiuto ci ha fatto allertare – racconta Andrea – È stata la prima volta per me, ho fatto quello che potevo ed è andata bene, tanta paura, eravamo tutti in ansia, poi felici quando abbiamo saputo che stava bene”. Emozionate la moglie Daniela che ringrazia tutti “perché adesso lui è qui con noi” e la figlia: “Ho urlato, volevo chiamare solo un vicino, ma alla fine è arrivato tutto il vicinato”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'associazione mette in guardia i consumatori: "Convenienza non è sinonimo di qualità"
Sono stati i compagni di lavoro a lanciare l'allarme. Il lavoratore è morto durante i tentativi di liberarlo da parte dei sanitari del 118
Come sta cambiando quella che era la provincia più mafiosa d'Italia: "Ora serve la consapevolezza di tutti e in certi ambienti ancora non c'è"
I vigili del fuoco di Soverato, una volta giunti sul posto, hanno estratto dalle lamiere il 31enne che però era già morto
Diciannove persone in carcere, 3 ai domiciliari. I clan si sarebbero contesi l’egemonia criminale sul territorio
Andrea Garbinato, responsabile redazione del sito www.iLMeteo.it, conferma che dalle prossime ore la pressione inizierà a scendere e il tempo cambierà
I destinatari del sequestro sono stati coinvolti nell'operazione “Orthrus”, che ha colpito la cosca attiva nei territori di Torre di Ruggiero e Chiaravalle
Il personale dei vigili del fuoco ha provveduto all’estrazione dalle lamiere del conducente privo di vita
Blitz dei carabinieri sulla costa jonica Catanzarese, colpiti i territori di Borgia, Amaroni, Vallefiorita, Squillace. Chi va in carcere e chi ai domiciliari
La segretaria regionale Caterina Fulciniti interviene sulle intese raggiunte nei giorni scorsi
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved